Social media: quali paesi lo usano di più e cosa stanno usando?

Nell’ultimo decennio o giù di lì, i social media si sono evoluti da un modo di comunicare con gli amici perduti da qualche tempo a quello di cercare qualsiasi informazione.
Le persone in tutto il mondo che si tratti di affari, notizie, marketing o semplicemente divertimento, stanno utilizzando i social media per vari significativi scopi. Ovunque anche se è più accessibile che mai, alcuni paesi e regioni preferiscono determinate piattaforme più di altri canali.
Esaminare le statistiche che delineano tale utilizzo, è un modo eccellente per orientare la vostra strategia di marketing digitale internazionale. Migliora il modo in cui si promuove sui social media, accresce il tuo mercato comprendendo quali paesi utilizzano le piattaforme sociali.

Quali sono i paesi che utilizzano maggiormente il social media?
Sei mai stato curioso di sapere in quale paese domina il social media? Beh, a Manila, i social media sembra essere l’interesse principale.
Il Global Digital Report riporta che le Filippine dal 2018 hanno il più alto tasso di utilizzo dei social media del mondo.
Gli utenti delle Filippine trascorrono in media tre ore e 57 minuti il giorno sui social media, si tratta di quasi un terzo del tempo dedicato a internet ogni giorno (nove ore e 29 minuti), classificandosi al secondo posto nel mondo per l’uso d’internet accanto alla Thailandia.
Tra i 104,9 milioni di filippini (stima del 2017), 67 milioni di residenti utilizzando Facebook, mentre altri 10 milioni navigano su Instagram. Oltre il 10% degli utenti dei social media usano YouTube anche nella nazione del sud-est asiatico.
L’Asia nel complesso consuma in larga misura i social media. Elencati da Global Digital Report 2018, ecco di seguito i tempi spesi da alcuni paesi asiatici sui canali social:
– Indonesia (tre ore e 23 minuti), al terzo posto per quanto riguarda l’utilizzo medio dei social media in tutto il mondo;
– Thailandia (tre ore e 10 minuti), al quarto posto;
– Malesia (tre ore il giorno), all’ottavo posto;
– Emirati Arabi Uniti (due ore e 56 minuti), al nono posto.
La crescita dei social media continua ad accelerare in tutto il continente, in particolare l’Arabia Saudita mostra notevoli progressi: tra il gennaio 2017 e il 2018, il paese mediorientale ha visto l’uso social crescere del 32%, un punto percentuale in più dell’India.
L’Indonesia (23%) e il Vietnam (20%) si collocano rispettivamente al terzo e al sesto posto, il che dimostra quanto integrale sia diventato, il social media.

E gli Stati Uniti e il Canada?
Il Nord America anche se è il luogo di nascita della maggior parte dei canali di social media, per quanto riguarda l’uso dei social media e internet non è classificato in alto. Come evidenziato dai numeri sorprendenti dell’Asia, il Nord America è distante.
Gli Stati Uniti si collocano al 24° posto nel mondo per tempo medio di utilizzo dei social media a due ore e un minuto, mentre il Canada è al 30° posto a un’ora e 48 minuti. Inoltre, secondo lo stesso Global Digital Report, nessuno dei due paesi ha molti nuovi utenti da vantare. Tra gennaio 2017 e gennaio 2018, c’era il 9% in più di utenti di social media in Canada rispetto al 7% negli Stati Uniti d’America.
Le cifre spiegano che i social media sono diventati popolari in Nord America anche perché la velocità d’internet tende a essere mediamente più veloce in tutto il continente, la crescita dei social media e il tempo trascorso in attesa che i feed siano caricati su internet è inferiore. L’utilizzo anche se non è elevato, è ancora costante sia in Canada sia negli Stati Uniti, come ci si potrebbe aspettare data l’origine della maggior parte dei social network e l’incorporazione diffusa del suo utilizzo in vari ambiti della vita, sia professionale sia personale.
Il Pew Research Center riporta che il panorama dei social media negli Stati Uniti è definito da una combinazione di tendenze di lunga data e comportamenti emergenti. Il paesaggio è dominato dall’utilizzo di Facebook e YouTube, con il 73% degli adulti che trascorrono il tempo a pubblicare gli stati su Facebook e il 68% di video in streaming su YouTube. Il 78% di giovani adulti dai 18 ai 24 anni utilizza Snapchat, il 71% degli utenti visita l’applicazione più volte il giorno, pubblicano anche su Instagram, Pinterest (29%), Snapchat (27%), LinkedIn (25%).
Facebook più che negli Stati Uniti regna in Canada, come documentato dalla Canadian Internet Registration Authority (CIRA), circa il 77% dei canadesi è su Facebook.
I canadesi dopo Facebook preferiscono Instagram e LinkedIn (35% ciascuno), Twitter (26%), e poi Snapchat (19%). I social media in Canada sono al terzo posto tra le attività online più popolari, con un totale del 67% dell’utilizzo di Internet. L’età della maggior parte degli utenti dei social media è nella fascia 18 – 30 anni.

L’adozione dei social network è variegata
Se stai cercando di equiparare qualcosa all’uso dei social media, la ricchezza nazionale non è la metrica da scegliere, si potrebbe pensare che più un paese è ricco, più è probabile che ci siano persone che usano i social media. Ciò non è necessariamente il caso.
Il Medio Oriente tecnicamente ha un solo paese con un’economia avanzata: Israele. Tuttavia, l’uso dei social media è diffuso in tutta la regione e superiore a quello di altre aree del mondo: in Giordania, il 75% degli adulti si è adattato al mondo online attraverso i social media; in Libano, secondo Pew Research Center, quel numero è leggermente inferiore (72% degli adulti).
Economie più distanti come la Germania e il Giappone sono degne di nota per i loro tassi di utilizzo dei social media più bassi, con la Germania al 40% di utilizzo da parte degli adulti e il Giappone leggermente inferiore al 39%. Entrambi i tassi sono molto più bassi rispetto alla mediana globale per l’uso dei social media tra gli adulti, attestata al 53%.
Regioni come il Regno Unito non si distinguono tanto quanto si potrebbe pensare. L’uso giornaliero medio si colloca appena sotto gli Stati Uniti (un’ora e 54 minuti), anche il Regno Unito ha registrato un aumento minimo degli utenti dei nuovi social media tra gennaio 2017 e gennaio 2018, pari ad appena il 5%.
Il Regno Unito sebbene i nuovi utenti e la durata d’uso siano relativamente bassi rispetto ad altri paesi, ha toccato un massimo storico con il suo numero totale di utenti, perché l’83% della popolazione ora utilizza i canali dei social media.
Il recente studio di Flint ha rilevato che Facebook, Facebook Messenger, WhatsApp e Instagram sono tra i primi sei social media più utilizzati nel Regno Unito. Facebook, anche se regna sovrana in Gran Bretagna, Instagram e WhatsApp nella maggior parte dei paesi, dal 2016 ha registrato un costante aumento, l’utilizzo di Instagram è aumentato del 12%, mentre l’utilizzo di WhatsApp è aumentato del 10%.
E’ emerso che nei paesi più avanzati, come alcuni paesi europei, più donne tendono a usare i social media rispetto ai loro omologhi maschi, ad esempio, in paesi come la Svezia e la Spagna, le donne hanno maggiori probabilità di utilizzare i siti web di social network. Il 72% delle donne in Svezia usa i social media contro il 63% degli uomini, anche se gli uomini (94%) utilizzano Internet nel suo complesso più delle donne (90%).
Il 63% delle donne in Spagna, usa i social media contro il 54% degli uomini.

Perché questi paesi utilizzano i social media?
Il motivo fondamentale per cui le Filippine sono il leader mondiale dei social media è per la disponibilità di una grande quantità di contenuti generati dagli utenti, così come i molti visitatori che viaggiano nel paese. I social media per questi e altri motivi, dominano il territorio locale.
I sondaggi riportano che in Europa molti tendono a ricevere le loro notizie dai social media, paesi come l’Italia ogni giorno riceve metà delle loro notizie dai social; il 40% degli adulti in Spagna, Danimarca e Svezia, dichiara di ricevere le notizie il più delle volte dai social media.
Facebook, considerata la sua forte posizione generale a tutti i livelli, in Europa occidentale è il primo sito di social media per ottenere notizie locali, nazionali e internazionali, il 75% dei lettori di notizie sui social è concentrato in Francia, Italia e Danimarca.
Le ragioni per l’utilizzo possono variare, il numero di utenti, la durata di tempo che gli utenti trascorrono sui siti e la portata globale delle piattaforme sociali spiega perché i contenuti dei social media sono molto più apprezzati che mai.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →