Brevettata tecnologia per mantenere il latte fresco per 60 giorni senza additivi o conservanti

Jeff Hastings ingegnere agricolo nel Queensland (Australia) qualificato con oltre 30 anni di esperienza nel settore agroindustriale, è il fondatore e CEO di Naturo, ha già sviluppato una tecnologia per bloccare l’eccessiva maturazione dell’avocado (color marrone) utilizzando il trattamento a pressione d’aria, ha detto:
«La nostra società dopo la pastorizzazione ideata da Louis Pasteur nel 1864, ha realizzato la più grande innovazione nel settore dei prodotti lattiero-caseari, a livello globale genera ricavi per 413 miliardi di dollari.
Naturo si rivolge ai mercati di esportazione, il suo innovativo processo conserva per 60 giorni in frigorifero il latte fresco al 100% naturale, nessun additivo o conservante, nutrizionalmente superiore, mantiene il suo colore naturale e il sapore come se fosse appena munto dalla mucca».
La minima tecnica di elaborazione di Naturo è delicata, non si basa sul calore ma uccide più agenti patogeni della pastorizzazione, quindi è più sicuro. E’ l’unico metodo conosciuto che uccide il “Bacillus cereus”, indesiderato agente patogeno comune nel latte.
E’ più salutare del latte pastorizzato poiché mantiene livelli più elevati di vitamine B2 e B12, essenziali per i bambini, così come gli enzimi, fondamentali per la funzionalità epatica e lo sviluppo delle ossa, altrimenti distrutti dalla pastorizzazione”.
La pastorizzazione è un processo abbastanza aggressivo, il latte è portato velocemente a una temperatura minima di 72 °C per almeno 15 secondi, durante il processo di pastorizzazione o sterilizzazione, può essere omogeneizzato attraverso un processo chiamato omogeneizzazione”.

Differente dal latte a lunga conservazione
Ci sono voluti cinque anni per sviluppare il nuovo processo, il latte di Naturo differisce notevolmente da quello che si trova già sugli scaffali dei supermercati. Jeff Hastings spiega:
«La procedura per mantenere il latte fresco per mesi, a differenza dell’avocado, dove abbiamo inventato una macchina per la tecnologia, è un po’ diversa perché non abbiamo avuto bisogno di sviluppare un nuovo macchinario, ma utilizzato una serie di tecnologie esistenti.
Il nostro sistema è differente da quello utilizzato per il trattamento del latte a lunga conservazione, un processo UHT, con il latte contenuto in confezioni in cartone Tetrapak.
La nostra tecnologia riguarda la lunga conservazione del latte fresco, mantiene inalterato l’odore e il sapore del latte crudo, questa è la differenza».
Jeff Hastings negli ultimi due anni ha lavorato per far convalidare la sua ricerca. Il suo latte è stato testato in modo indipendente e convalidato da una delle principali organizzazioni scientifiche australiane, approvato dall’autorità australiana di sicurezza alimentare Dairy Food Safety Victoria (DFSV).
Andrew Wilson direttore generale, conformità, forze dell’ordine e servizi tecnici, ha dichiarato che il processo di Naturo ha superato i test:
«Il Codice degli standard alimentari richiede che tutto il latte sia pastorizzato usando qualsiasi altro processo che fornisca un effetto letale equivalente o maggiore sui microrganismi patogeni che causano malattie trasmesse dagli alimenti.
Abbiamo verificato tali informazioni, il processo da loro realizzato ha raggiunto quel risultato, è equivalente o addirittura migliore della pastorizzazione. Ha il potenziale di fornire un prodotto basato sul latte fresco di lunga durata, con queste caratteristiche potrà essere venduto nei supermercati».

Lunga durata significa ampie esportazioni
Jeff Hastings ha confermato che i suoi interessi commerciali sono rivolti alle opportunità di esportazione e al trasporto di latte in zone del mondo che hanno limitato o nessun accesso al latte fresco.
Naturo ha identificato opportunità in Cina, Giappone, Malesia, Singapore e Indonesia. Ha detto:
«La Cina ha difficoltà per coprire la produzione di latte fresco, le industrie australiane lo commerciano in queste regioni, il trasporto aereo è relativamente costoso, quindi siamo in grado di sfidare questo mercato con un’offerta marittima.
C’è anche un enorme potenziale per lo sviluppo di una vasta gamma di prodotti lattiero-caseari e l’utilizzo da parte delle industrie in cui si desidera latte crudo non pastorizzato, come la caseificazione. Il mantenimento della freschezza potrebbe essere applicato al latte di cammello, capra e pecora».
Matthew Trace vicepresidente dell’organizzazione Queensland Dairyfarmers, si è detto entusiasta delle opportunità di esportazione, ha detto:
«Aumentando la durata di freschezza di un prodotto, si aprono certamente opportunità per diversi mercati. Il trasporto aereo è costoso per garantire latte fresco in Cina. Mi piacerebbe vedere l’impianto pilota installato nel sud-est del Queensland, diamo ai nostri agricoltori una ragione per aumentare la produzione”.
Il governo del Queensland ha già stanziato 250.000 dollari per lo sviluppo della tecnologia di lavorazione del latte di Naturo. Jeff Hastings in conclusione ha detto:
«La società stava cercando investimenti per un impianto pilota in Australia in grado di produrre 10 milioni di litri di latte l’anno. Stiamo valutando siti in Queensland, Victoria e Tasmania. Ciò che vogliamo fare nella creazione della nostra fabbrica pilota è garantire che i nostri agricoltori, i fornitori del latte, ottengano un buon ritorno economico per la loro sostenibilità. Hanno avuto un periodo piuttosto difficile negli ultimi anni, sono sicuro che sarò il benvenuto».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →