Scienziati hanno progettato una Bioraffineria portatile, per trasformare i rifiuti di casa in elettricità

Un gruppo di scienziati ha progettato una bioraffineria portatile per convertire i rifiuti alimentari, la carta e la plastica in elettricità.
"Questa è una tecnologia molto promettente, a breve termine, sarà pronta per usi militari, successivamente per quelli civili", ha detto Michael Ladisch, professore di ingegneria agricola e biologica all’Università di Purdue, è lui responsabile del progetto.
I ricercatori dopo la verifica fatta a novembre, hanno detto che i risultati di resa sono migliori di quanto previsto: il macchinario [v. foto], ha prodotto il 90% di energia in più di quella utilizzata per alimentarlo.
Come funziona il "Biorefinery"? In primo luogo separa avanzi di cibo dalla carta, la plastica, il poliestere e il cartone. I residui alimentari finiscono nel bioreattore, dove fermenti industriali lo trasformano in etanolo. Il resto del materiale viene trattato nel gassificatore che lo scalda a bassa ossigenazione, per trasformarlo in propano e metanolo. Il gas metano e l’etanolo, alimentano il motore diesel modificato, per fornire energia al generatore per produrre  l’elettricità.
Flessibilità di utilizzo in molteplici situazioni, da quelle di emergenza in caso di calamità in zone colpite da terremoti, cicloni, ecc, a quelle per fornire alimentazione supplementare alle fabbriche.
Può ridurre i costi di energia elettrica per ristoranti, alberghi, centri commerciali, agglomerati urbani, interessati a riciclare i loro rifiuti per convertirli in energia elettrica.
Liberamente tradotto da NewsPurde

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

40 thoughts on “Scienziati hanno progettato una Bioraffineria portatile, per trasformare i rifiuti di casa in elettricità

  1. Ciao caro e simpatico amico mio :>) io sper che queste ricerche vadano a buon fine visto che il futuro è la strada della nostra vita :>) un salutone one smack e una felice giornata :

  2. Che bello, Patti! Ma perché da te mi sembra quasi sempre di entrare nel paese delle meraviglie?

    Bacio. harmonia

  3. OT. In visita dal blog di Loreanne. Ho deciso di incontrare tutte le persone che hanno citato con sapienti pennellate. Noi ci conosciamo, Patti, sapevo che non sei Patrizia. Comunque sono contenta di questo ennesmo incontro.

    Abbraccio. harmonia

  4. lavoro in questo campo e gran parte dei rifiuti che raccogliamo li trasformiamo in energia elettrica…

  5. l’idea è molto interessante,

    guarda caso i militari sono sempre in prima linea! …vabbè…

    ciao patti! buona settimana!

  6. speriamo che funzioni e che si possa fare… Mi vengono in mente i biogas che da anni e anni sono in gradi di fare i cinesi ciascuno in casa propria…ottimi metodi di smaltimento rifiuti 🙂

    Buonanotte Patt

  7. Stasera al TG han dato 3 notizie che mi han fatto morire dal ridere:

    1) Un tedesco ha trovato un dito umano in una tavoletta di cioccolata che arrivava dall’Italia.

    2) A Pisa una banda di scippatori di 80 anni compivano furti con destrezza sui tram

    3) A Modena un giovanotto munito di un album fornitissimo di codici a barre, li sostituiva prima di passare
    alla cassa del supermercato con codici da poco prezzo,

    ahahahahh son morta dal ridere,,,,,,,,,,,,,,,,

  8. Raduno da me. Ho bisogno di aiuto…

    Invito esteso a tutti coloro che vogliono conoscere una triste realtà

  9. è un’idea geniale!

    utile e pratico questo macchinario… eppoi si può trasportare senza grosse difficoltà visto che ha anche le ruote!

  10. Ciao caro amico mio :>) dove sei finito :>( io ti lascio un salutone one e un grande abbraccio e :>) e una buona giornata olive dolci.

    🙂

    L’ESPLORATORE

Lascia un commento