Ecco Idénergie la piccola turbina portatile che può alimentare la nostra casa (video)

Tra tutte le fonti di energie rinnovabili, l’acqua è un elemento costante e prevedibile. Idénergie una società di Quebec, utilizza una turbina sul fiume per convertire questa energia naturale in energia elettrica. La turbina fornisce energia costante 24 ore il giorno per soddisfare le esigenze elettriche, produce da 4 a 12 kWh / giorno secondo la velocità dell’acqua.

Come funziona?
La turbina deve essere installata in un corso d’acqua a una profondità non inferiore a 60 cm. La velocità dell’acqua per i migliori risultati dovrebbe variare da 1 a 3 metri al secondo. La distanza massima tra la posizione della turbina sul fiume e l’abitazione non deve essere superiore a 1 km.
La corrente del fiume permette il movimento rotatorio della turbina, in questo modo senza albero è attivato il generatore impermeabile, questo nuovo tipo di generatore elettrico è molto efficace a basse velocità.

La turbina converte l’energia cinetica in energia elettrica attraverso un convertitore bidirezionale intelligente è dotato di funzioni aggiuntive come la modalità di avvio automatico, ottimizzazione della potenza continua e un arresto di emergenza.
L’energia convertita attraverso un cavo elettrico è accumulata in una batteria, l’inverter trasforma la corrente continua (24-48 V DC) in corrente alternata (120 V AC) per alimentare i dispositivi elettrici. La produzione di energia dipende dalla velocità dell’acqua, quindi, più forte è la corrente, maggiore è la produzione di energia elettrica.

Caratteristiche
Facilità d’installazione – Per l’installazione, è necessario l’intervento di tre persone e il manuale d’installazione. Gli utenti non hanno bisogno di gru, opere civili o costosi extra.
Idénergie raccomanda di servirsi dell’aiuto di un installatore per la messa a punto.

Portatile – L’attrezzatura fornita a livello internazionale si presenta come una confezione di pezzi smontati, possono essere facilmente riuniti tramite chiavi a brugola.

Networking – E’ possibile montare e collegare diverse turbine per una maggiore capacità, un sistema ideale per i paesi piovosi soggetti a monsoni come l’India e il Sud-Est asiatico.

Rispetto per l’ambiente – La turbina al fine di minimizzare l’impatto sugli animali acquatici e l’habitat naturale, è realizzata con metalli nobili come l’alluminio. I materiali impermeabili utilizzati sono riciclabili.

Risparmio – La turbina alla massima capacità, genera energia equivalente a quella prodotta da 12 pannelli solari, riducendo così il 50 per cento del costo operativo.

Perché il potere dell’acqua?
World Energy Outlook (WEO) stima che 1,2 miliardi di persone (il 16 per cento della popolazione mondiale) non hanno accesso all’elettricità, molti soffrono di scarsa qualità dell’offerta, in particolare il 95 per cento di persone che vivono in zone rurali in via di sviluppo dell’Africa sub-sahariana e in paesi asiatici.
La maggior parte della nostra elettricità proviene dal carbone, dal nucleare e altre centrali non rinnovabili destinate nel tempo a esaurirsi dopo aver inquinato l’ambiente, l’aria, l’acqua.
L’energia rinnovabile è un’alternativa ai combustibili fossili, presente in natura (si basa molto su fonti di approvvigionamento meteo come pioggia, vento e sole), teoricamente è fonte inesauribile di energia, comprende:
– l’irraggiamento solare (per produrre energia chimica, energia termica ed energia elettrica);
– il vento (fonte di energia meccanica ed energia elettrica);
– le biomasse (combustione, in appositi impianti per generazione termica e cogenerazione di calore ed elettricità);
– le maree e le correnti marine in genere;
– le precipitazioni utilizzabili tramite il dislivello di acque (fonte idroelettrica).

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →