Scaricabile gratuitamente Sans Forgetica il nuovo font che ti aiuta a ricordare ciò che leggi

Il nuovo font è stato creato per migliorare la conservazione della memoria, combinando la ricerca passata sul miglioramento della memoria e l’esperienza nella progettazione. Test preliminari dimostrano che quando le informazioni sono veicolate da questo nuovo font, chiamato Sans Forgetica, i partecipanti conservano una piccola ma rilevante porzione extra di ciò che hanno letto.
Studi precedenti hanno dimostrato che è più probabile che alcune persone ricordino le informazioni quando il cervello è stato costretto a fare uno sforzo in più per assorbirle. D’altra parte, se qualcosa è troppo difficile da leggere, molti non si preoccuperanno, o non riusciranno mai a capire molto di ciò che c’è sulla pagina.
Il team di psicologi e designer della RMIT University di Melbourne, nello Stato di Victoria, in Australia ha deciso di unire le loro competenze per produrre un font che la professoressa Janneke Blijlevens (docente in metodi sperimentali e ricerche sul comportamento e sul design dei consumatori), chiama il “punto forte della desiderabile difficoltà”. Ha detto:
«La maggior parte dei font sono progettati per essere facili da leggere, abbiamo dovuto infrangere deliberatamente i soliti principi di progettazione per rendere il font più difficile».
Janneke Blijlevens e colleghi dopo aver creato tre nuovi font difficili da leggere, hanno testato le risposte delle persone: il primo font era troppo facile, essendo solo leggermente più difficile da leggere dei normali font; il terzo era troppo difficile. Tra i due è stato testato il font Sans Forgetica (una modifica del font Albion), progettato come un corsivo inclinato all’indietro, e con le lettere spezzettate.

Font Sans Forgetica scaricabile gratuitamente
Gli autori a 303 studenti prima di sottoporli a un test a scelta multipla su ciò che avevano imparato, hanno presentato un testo in parte scritto in Arial e in parte in Sans Forgetica. Il lavoro deve ancora essere pubblicato, finora il team non ha ancora confrontato il font Sans Forgetica con una più ampia varietà di altri font.
Janneke Blijlevens ha detto:
«C’era una differenza statisticamente indicativa tra il 50% di successo di memoria per l’informazione in Arial, e il 57% raggiunto con il font Sans Forgetica. Il nostro team aveva originariamente concepito Sans Forgetica come qualcosa che gli studenti potevano usare per scrivere appunti di studio in preparazione agli esami. Tuttavia, come docente, vedo anche la possibilità per gli insegnanti di utilizzarlo per rendere evidente le parti delle loro lezioni che più vogliono che gli studenti notino.
Non è mai stata nostra intenzione monetizzare questo nuovo font, credo che la conoscenza dovrebbe essere libera per tutti, di conseguenza, l’università ha reso Sans Forgetica gratuito, può essere scaricato qui.
L’aspetto inclinato del font Sans Forgetica probabilmente è efficace per la sua rarità, il mio collega Stephen Banham ha notato che questa caratteristica è utilizzata solo dai cartografi per scrivere i nomi dei fiumi, in modo tale che possano essere distinti dai restanti fenomeni rappresentati, anche in cartine in bianco e nero.
Suggerisco di utilizzare saggiamente il font Sans Forgetica, il suo beneficio potrebbe svanire. Ritengo che un font con lettere spezzettate non diventerà mai veramente facile da leggere, quindi Sans Forgetica continuerà a mantenere nel tempo un po’ del suo potere».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →