Robot monta i mobili Ikea senza perdere i componenti e la calma (Video)

Gli ingegneri di Singapore in quello che potrebbe essere l’ennesimo segnale che le macchine si avvicinano sempre più a una rivolta in stile Skynet (l’immaginaria rete di supercomputer descritta nel ciclo cinematografico di Terminator), hanno creato un robot in grado di assemblare i mobili Ikea più velocemente della maggior parte degli umani e senza subire uno sfogo di rabbia indotto dallo stress.
I ricercatori della Nanyang Technological University per creare il robot hanno utilizzato una camera 3D e due bracci robotici industriali dotati di pinze e sensori di forza. Il robot è stato in grado di montare la sedia Stefan di Ikea in circa 20 minuti, anche se metà del tempo l’ha utilizzato per pianificare le mosse, mentre per la costruzione vera e propria ha impiegato solo 9 minuti. Ikea dice che normalmente ci vogliono da 10 a 15 minuti per fare lo stesso lavoro.
I componenti della sedia sono stati disposti di fronte al robot (chiedergli di eseguire l’arduo compito di disimballare tutto, probabilmente è ancora prematuro), ogni elemento dopo essere stato identificato dalla fotocamera è preso da un braccio mentre l’altro inserisce i perni, per mantenere tutto insieme.

Il robot proprio come quando un uomo monta i mobili Ikea, ha avuto alcuni insuccessi prima di riuscire a montare la sedia, con i perni caduti, alcune manovre sbagliate con diversi tentativi che hanno portato a pressare il legno, quando entrambi i bracci contemporaneamente dovevano impugnare un elemento.
Il ricercatore capo Quang-Cuong Pham ha detto:
«Il robot è stato programmato con alcune istruzioni base, come ad esempio l’aspetto della sedia, l’ordine di assemblaggio dei componenti, quelli da utilizzare al momento e come procedere.
L’obiettivo finale è mostrare al robot l’immagine di un mobile e lasciare che capisca da solo come metterlo insieme. Vorrei immaginare che quest’ultimo passaggio possa realizzarsi in cinque o sei anni o giù di lì, anche se è improbabile che diventi un compito esclusivo per i robot, non credo che sia nel modello commerciale di Ikea di far assemblare le loro sedie dai robot, probabilmente nei prossimi 10 o 20 anni, le persone continueranno a sudare per montare i mobili imballati in scatole pronti per essere assemblati».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento