Puy du Fou parco a tema francese ha addestrato i corvi per raccogliere mozziconi di sigaretta e piccoli rifiuti

Gli scienziati dicono che i corvi sono incredibilmente intelligenti, in grado di utilizzare gli utensili, risolvere problemi complessi, ricordare i volti umani, comunicare all’interno di gruppi e molto altro ancora.
E’ di questi giorni la notizia che sei corvi intelligenti addestrati a raccogliere mozziconi di sigaretta e spazzatura dalla prossima settimana saranno messi al lavoro in un parco a tema francese.
Gli uccelli saranno stimolati a tenere pulito lo storico parco Puy du Fou, nella regione occidentale della Vandea in Francia, riceveranno un po’ di cibo ogni volta che depositeranno mozziconi di sigaretta o piccoli rifiuti in un apposito contenitore.
Nicolas de Villiers, presidente del parco ha spiegato:
«L’obiettivo non è solo quello di ripulire, i visitatori generalmente sono attenti a mantenere pulito il parco, ma anche quello di dimostrare che la stessa natura ci può insegnare a prenderci cura dell’ambiente. La famiglia dei corvi, comprende diverse specie, sono considerati particolarmente intelligenti, amano comunicare con gli esseri umani e stabilire una relazione attraverso il gioco».
Chris Packham naturista e presentatore televisivo, per la sua serie televisiva “Inside the Animal Mind”, ha esplorato le menti degli animali più intelligenti del pianeta, in una puntata ha invitato il dott. Alex Taylor, ha dimostrato l’intelligenza di un corvo di nome Brann, abile a completare un suo complesso test in otto parti.
Chris Packham ricordando l’abilità del corvo Brann, ha detto:
«I corvi sono straordinari, ho osservato molti comportamenti degli uccelli, non avevo mai visto niente di simile».
Osservazioni come quelle mostrate da Chris Packham hanno prodotto diversi esperimenti per capire se i corvi possono essere addestrati a svolgere un lavoro reale, come ad esempio raccogliere i rifiuti, ora sembra che siano in grado di farlo.

Straordinaria intelligenza dei corvi
I corvi della Nuova Caledonia (Corvus moneduloides) sono noti per la capacità di usare e produrre strumenti, compresa una specie di amo da pesca e possono risolvere problemi complessi: sono stati visti catturare delle larve rifugiatesi nei buchi nel legno utilizzando un bastoncino per infastidirle fino a che non l’hanno morso, per poi essere così estratte dal corvo.
Gli scienziati hanno osservato che mentre i giovani uccelli allo stato selvatico normalmente imparano questa tecnica dagli anziani, un corvo di laboratorio chiamato “Betty” senza alcuna esperienza precedente o l’osservazione dei corvi genitore, ha improvvisato uno strumento simile a uncino.
I corvi urbani in Giappone e negli Stati Uniti hanno innovato una tecnica per spaccare il guscio di noci e noccioline, li lasciano cadere su un incrocio trafficato, aspettano il passaggio di automobili e moto, poi vanno a recuperare il contenuto dei gusci rotti quando le automobili sono ferme al semaforo rosso.
La famiglia del corvo che raccoglie la spazzatura non è l’unica che potrebbe avere una discreta abilità, le gazze australiane capiscono cosa dicono altre specie di uccelli. La ricerca pubblicata all’inizio di quest’anno sulla rivista Animal Behaviour spiega che la gazza ha imparato i significati di diverse conversazioni seguendo il “Minatore rumoroso”, uccello della Tasmania, molto attento a intercettare e lanciare l’allarme quando i predatori sono vicini.
E’ stato dimostrato che il pappagallo ara utilizza il becco per staccare un pezzo di legno a forma di bastoncino per recuperare oggetti difficili da raggiungere; alcuni aironi utilizzano esche per la cattura dei pesci.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →