New York – Tutti pazzi per fotografare la Passerina ciris, l’uccello più bello del mondo (foto)

Loren Grush scrive: «Sbirciando attraverso un binocolo, ho freneticamente scansionato attraverso densi ciuffi di erba e felci che coprono il terreno di Prospect Park, nel parco di  New York in un luminoso, fresco tranquillo mattino, circa venti persone si affollano intorno a me, stanno facendo la stessa cosa.
Lo vedi?” qualcuno sussurra. “Prima pensavo di aver visto qualcosa“, risponde l’altro.
Siamo qui nella speranza di intravedere un uccello che – fino a poco tempo fa – non era mai stato visto a New York: la Passerina ciris (nome scientifico del Papa della Louisiana), il maschio della specie, per i suoi colori sgargianti e contrastanti è sicuramente uno degli uccelli più belli al mondo, difatti gli olandesi sono soliti chiamarlo “Magnifico”.  Il maschio ha il capo blu carico, e il blu si estende fino alla nuca e al collo, il dorso è verde chiaro, che tende al giallo verso il centro, le spalline sono azzurre, le grandi copritrici alari sono verdi, le remiganti sono di colore verde bruno. La gola, il petto, il ventre, il codrione sono rosso arancio. La coda è uguale alle remiganti. Ma questa splendida livrea è il colore della stagione degli amori dal secondo anno di vita, durante il periodo invernale e nel primo anno di vita, il piumaggio è molto meno appariscente.

Passerina ciris
E’ una delle opere d’arte più colorite di Madre Natura, per gli osservatori di uccelli di New York City la Passerina ciris è diventata una celebrità locale (clicca la foto per vedere altre immagini).
Tom Stephenson del Brooklyn Bird Club che si è offerto volontario per essere la mia guida ha detto: “Ha più sex appeal dei tipici uccelli marrone”.
Infatti, per la comunità degli osservatori degli uccelli, la presenza del volatile ha trasformato questa settimana in qualcosa come la settimana della moda. Gli appassionati sono come paparazzi, c’è un forte cameratismo tra il gruppo appostato a contatto di gomito. Gli amanti dell’osservazione degli uccelli tra di loro suggeriscono i luoghi, dove potrebbe essere l’uccello, è chiaro che non lasceranno nulla d’intentato per catturare la foto più bella.
Keir Randall un residente di Brooklyn è stato il primo a notare la Passerina ciris, la scorsa domenica stava prendendo un caffè vicino alle piste di pattinaggio del Prospect Park, quando con la coda dell’occhio vide un colorito battito d’ali. In un primo momento, pensava che l’uccello fosse fuggito dalla sua gabbia, ma questo non aveva anelli sulle zampe, comuni a uccelli in gabbia, le piume delle sue ali e coda erano lisce, suggerendo che non erano state a sbattere contro le pareti di una gabbia. Keir Randall era emozionato quando scattò la sua prima foto, gli tremavano le mani. Ha raccontato tutto a un paio di amici, la voce si sparse in fretta. Ora gli amanti dell’osservazione degli uccelli da tutta la città stanno affollando il parco per catturare l’immagine della Passerina ciris, in questi ultimi giorni, centinaia di persone non hanno smesso di sperare di vedere la superstar alata.
La razza della Passerina ciris di solito vive in Texas, Oklahoma, o altri stati del sud, poi per l’inverno migra verso l’America centrale e del Sud. E’ raro in questo periodo dell’anno vedere la Passerina ciris a New York, gli uccelli che in precedenza hanno deviato nei parchi della città erano femmine o uccelli più giovani, hanno un colore verde grigiastro. E’ la prima volta che qualcuno a New York ha segnalato la presenza di una Passerina ciris adulta con tutto il suo variopinto piumaggio.
Nessuno è sicuro perché la Passerina ciris è qui. E’ possibile che i forti venti abbia spinto l’uccello fuori la sua normale rotta mentre volava in direzione sud, probabilmente quando ha trovato l’acqua intorno a New York City, ha deciso di fermarsi a terra invece di continuare a volare attraverso l’oceano.
Tom Stephenson, del Brooklyn Bird Club ha detto: “Gli uccelli potranno trovare tanto verde, per loro è una zona ospitale. Ecco perché molti uccelli migratori finiscono a Prospect Park, Central Park e Bryant Park“.
Prospect Park in questo momento per la Passerina ciris, non è un brutto posto per vivere. Le temperature più calde del solito qui a Brooklyn rendono più facile la sopravvivenza, non solo, vicino al Prospect Park c’è un giardino con piante autoctone di New York, hanno molti semi, sono i loro spuntini. Intorno a queste piante sosta una ventina di appassionati di uccelli, tutti sperano di intravedere l’uccello dai colori sgargianti. La folla è una miscela di uomini e donne, dai venti anni alla mezza età, nessuno è attrezzato come gli osservatori di uccelli, questi sono venuti con fotocamere con lunghe lenti da 400 mm e grandi binocoli. Io mi sono presentata solo con i miei occhi, per darmi una mano Tom Stephenson mi ha prestato un paio di binocoli, ha anche un puntatore laser per indicare alle persone dove potrebbe essere la Passerina ciris.
Dopo trenta minuti di ricerca, uno degli osservatori ha urlato: “L’ho visto volare oltre la nostra postazione”. Avanziamo di soppiatto per raggiungere il posto dove l’uccello è atterrato, facciamo attenzione a non spaventarlo, per non deludere le aspettative di averlo trovato, attendiamo prima di avvisare il resto della folla.
Attraverso il boschetto di erbe e felci, vedo fare capolino le sue piume colorate. E’ lui! Un piccolo, ago pigmentato in un grande pagliaio. Le fotocamere intorno fanno click in rapida successione, chissà se tra il pubblico che abbiamo avvisato ci sono fotografi di riviste di moda. La Passerina ciris, a un certo punto decide di fare uno spuntino con alcuni semi, la gioia di tutti degli osservatori è indescrivibile, per loro, anche se New York, è la città dove le stelle del cinema, politici e altri VIP camminano per le strade, l’unico loro interesse è solo un piccolo luminoso uccello che si nasconde tra gli arbusti di Prospect Park».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento