Maruti Driving School, corsi di sopravvivenza per guidare nel traffico più caotico del mondo

La "Maruti Driving School" – come leggo su Repubblica -, insegna ai giovani conducenti le regole di base che gli serviranno ad affrontare l’anarchia totale delle strade indiane. La scuola fornisce corsi di pratica con l’istruttore, teoria sull’educazione stradale, sulla manutenzione della vettura, consigli su come risparmiare carburante e molte ore di prove al simulatore elettronico che riproduce fedelmente i caotici ingorghi di New Dehli e Calcutta.
L’India ha la seconda rete stradale al mondo per estensione, ben 3.34 milioni di chilometri, dove – dicono le statistiche ufficiali del ministero dei trasporti riferite al 2004 – si sono verificati 429 mila incidenti con 92.500 morti e mezzo milione di feriti, senza contare i tantissimi sinistri non registrati nelle zone rurali. Appena trenta anni prima, nel 1974 le vittime erano poco più di 17 mila, poi l’escalation non si è mai fermata dagli anni ottanta ad oggi.
L’India, insieme alla Cina, ha imboccato la via della motorizzazione di massa (solo nel 2003 si contavano 67 milioni di nuovi veicoli immatricolati, tra automobili, motocicli e tre ruote). Uno studio della Banca Mondiale prevede che nei prossimi venti anni in Asia il numero di morti sulle strade aumenterà del 144 per cento e che gli incidenti nel subcontinente non diminuiranno prima del 2042 (lo credo, se in India, non si sbrigano a mettere vigili e semafori agli incroci delle strade è difficile abbattere il tasso di mortalità per incidenti stradali prima di quella data).
Per rendervi conto della veridicità della proiezione dello studio della Banca Mondiale,  della caoticità del traffico, l’anarchia e i rischi che si corrono sulle strade indiane, basta vedere questa webcam (incrociare le dita per attraversare l’incrocio).

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Maruti Driving School, corsi di sopravvivenza per guidare nel traffico più caotico del mondo

  1. Ciao carissimo amico mio,quindi funziona come in Italia!Un forte abbraccio e un felice sabato olive dolci.

    🙂

    L’ESPLORATORE

  2. Ho sentito dei viaggiatori parlare del traffico in India. Sembravano favole da viattori.

    Abbraccio. harmonia

Lascia un commento