La pubblicità invadente? bollala

La storia – Ji Lee, un designer newyorchese, esasperato dalla pubblicità invadente, stampò e incollò migliaia di bolle vuote (le classiche nuvolette dei fumetti e striscie), sui manifesti della sua città. Dopo qualche giorno tornò a controllare i manifesti pubblicitari dove aveva appiccicato le bolle vuote e le trovò tutte riempite di scritte più o meno colorite [v. foto],lasciate dai passanti.
Ji Lee, fotografò tutte le immagini "bollate", le catalogò per argomento e le inserirì sul suo sito thebubbleproject per farle vedere a tutti.
Il progetto – Sulle ali del successo di Ji Lee, ho pensato di trasferire la sua idea in Italia. Coadiuvato dagli amici Michele Ampollini e Leonardo Cagnolati, che si interessano di  comunicazione, abbiamo lanciato il progetto "Bolla la pubblicità del nano". Siamo partiti dalla città di Parma, dove abbiamo appiccicato le nostre bolle vuote, su tutto il materiale utilizzato dal nano per farsi pubblicità: cartelloni pubblicitari, cabine telefoniche, muri delle stazioni metropolitane, autobus, parchi della città e soprattutto sui manifesti della sua campagna elettorale.
La risposta non si è fatta attendere, il pubblico entusiasta (non solo di Parma ma anche di Milano e Bologna), ha già fatto pervenire le immagini con le bolle riempite da scritte dissacratorie, irriverenti e divertenti.
Se anche tu desideri dar sfogo alla tua vendetta contro la pubblicità invasiva del nano, il materiale per "imbrattare" lo trovi qui .

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

0 thoughts on “La pubblicità invadente? bollala

  1. ecco..servirebbe anche una bolla papale..ce l’abbiamo?buona giornata,patti

  2. Nunziogiordano ti ringrazio :-).
    lino ho sottomano la Bolla del 1301 di Bonifacio VIII: “Unam Sanctam”, obsoleta per i tempi correnti, perché affermava la superiorità del potere spirituale del Papa, sul potere politico, ma da quello che si vede in questi ultimi tempi, l’interesse politico ha prevaricato quello spirituale della Chiesa. Per raggiungere i voti, questo e altro :-).

  3. non sarei cosi sicuro, patti..secondo me, oggi,la chiesa manda avanti le sue pere perchè facciano il lavoro sporco..(certo ieri i campi di tortura li usava pure l’inquisizione, oggi sono rimasti quei sempliciotti di neo-cons(alla francese,leggesi alla francese,neh..)

  4. molto interessante questo post!

    forse una delle poche cose decenti che “abbiamo” importato da mamma ‘merica.

    provvederò presto a sfogare la mia vendetta contro il nano sul sito che hai indicato (per ora non so perché ma non sono riuscita a connettermi)…

  5. Lino il lavoro sporco l’hanno sempre fatto, ma da quando non c’è più il polacco, il lavoro con il tedesco è diventato più che lurido.
    Fulvia l’ho inserito io? non lo trovo questo link della foto di Max, dove l’ho messo?

    Bestio ciao :-).
    Momolina purtroppo, molti americani sono idioti, effettivamente sono quelli che ragionano con i tacchi e per questo sono molto indietro :-).
    TheHours il sito di Ji Lee, in questo momento è down, forse hanno messo qualche immagine che ha urtato la sensibilità di qualcuno. Comunque il link che interessa è quello che ho messo alla fine del post, hai provato a cliccare su “qui”?.

  6. Trooooppo forte! Dalle mie parti c’è un manifesto così grande, sulla parete di un cavalcavia, che fa veramente paura. La prima volta che ci siamo passati di fianco in auto non l’avevo ancora visto che my love si gira verso il manifesto e “PTCIU'”, un sonoro sputo. Ok, purtroppo solo “virtuale” (il finestrino era chiuso.. non sarebbe stato il caso..), ma giuro che se ci piazzano una bolla.. la riempio io con piacere…! Buona giornata Patt. Bax*

  7. Fantastico devo per forza andare a bollare qualche manifesto… ehhehehehehhehe 😉

  8. hehe è proprio carina come idea!! veramente..*_*

    quasi quasi lo facico dentro scuola mia..O_ò!

    comunque.è proprio un genio questo Ji Lee!!! veramente!!!

    ghghg

    1 bacino

    Micia

  9. …sulla Tiburtina a Roma c’è solo l’imbarazzo della scelta….comunque preparati, almeno SanRemo lo presento io nel 2007;-)

  10. Telepatia!!!!!

    Fin dalle primissime righe, avevo pensato all’applicazione di questa dottrina sugli insopportabili cartelloni del nano di arcore!!!!

    Bolliamolo!!!!!!!

  11. Penelopez il tuo love è un grande. Anche io quando passo in rassegna i cartelloni del nano, penso virtualmente a lasciargli quel tipo di saluto :-).
    ThePacky manda le foto al sito, se riesci a bollare qualche manifesto :-).
    v41eri4 le bolle le puoi scaricare dal sito, scrivi qualche cosa, poi le appiccichi su tutto quello che è pubblicità che non ti piace -).
    kappa_pera quelle del nano sono balle da bollare :-).
    littleNight anche a scuola non è male :-).
    Marileda quello che mi hai scritto sul Festival di Sanremo, lo prendo per vero (è uno scoop che mi ha regalato?), perché hai le qualità giuste per presentarlo, dopo l’esperienza che stai facendo su Sky :-). Baciotto*
    Loreanne siamo telepaticamente antiFini e affini :-):

Lascia un commento