La prima volta di SpaceX porterà due astronauti della Nasa alla Stazione Spaziale Internazionale

Aggiornamento: il precedente lancio presentato nell’articolo sottostante è stato annullato per motivi meteo. Il nuovo tentativo è previsto in data 30 maggio 2020 alle ore 21:22 (vedi video)

SpaceX è pronto ad avviare una nuova era di voli umani nello spazio, la sua capsula Crew Dragon porterà due astronauti della Nasa alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Jim Bridenstine amministratore della NASA ha detto:
«Il volo di test Demo-2, il cui lancio è previsto il 27 maggio 2020 alle ore 16.33 ET (22:33 in Italia), segna la prima volta in quasi un decennio che un viaggio nello spazio con equipaggio decolla da una piattaforma di lancio negli Stati Uniti ed è anche la prima volta che un’azienda privata di voli spaziali ha usato il proprio progetto di razzi e navicelle spaziali per lanciare in orbita gli esseri umani. SpaceX è stato un partner straordinario della Nasa per molti anni, compreso il rifornimento della Stazione Spaziale Internazionale, presto, lo sarà anche con il trasporto dell’equipaggio. È un momento emozionante».
La Nasa a causa della pandemia coronavirus Covid-19 in corso, esorta gli spettatori a rimanere a casa e guardare l’evento a distanza. Il lancio degli astronauti della Nasa Doug Hurley e Bob Behnken, sarà trasmesso in diretta dalla Nasa, da SpaceX. La trasmissione in diretta della storica missione sarà seguita anche da ABC News e National Geographic con inizio alle ore 15.00 ET (ore 21:00 italiane) del 27 maggio (vedi video).

Il decollo come tutti i lanci nello spazio, potrebbe essere ritardato a causa di fattori climatici o problemi meccanici, se il primo tentativo di lancio del 27 maggio sarà cancellato, la missione ha date di riserva previste per il 30 maggio, il 31 maggio e il 1° giugno.

Due veterani dello Shuttle tornano alla ISS
La missione Demo-2 decollerà dal complesso di lancio 39A del Kennedy Space Center, lo stesso centro in Florida che ha ospitato l’Apollo 11 e STS-135, l’ultimo volo di uno Space shuttle. La missione rappresenta un nuovo modo per portare gli esseri umani in orbita, in cui le agenzie, inclusa la Nasa, acquistano viaggi nello spazio da aziende private.
Il Demo-2 per gli astronauti Doug Hurley, 53 anni, e Bob Behnken, 49 anni, rappresenta anche una rara opportunità: essere le prime persone a volare su un nuovo tipo di navicella spaziale. Doug Hurley e Bob Behnken sono stati selezionati appositamente per il programma di equipaggi commerciali della Nasa già nel 2015. Ex piloti collaudatori militari, Doug Hurley nei Marines e Bob Behnken nell’Aeronautica Militare, entrambi sono sposati con donne astronaute (Doug Hurley con Karen Nyberg, Bob Behnken con Katherine Megan McArthur). I due astronauti sono colleghi da quando sono entrati alla Nasa nel 2000 come parte del Nasa Astronaut Group 18.
Bob Behnken durante una recente conferenza stampa insieme a Doug Hurley, ha detto:
«Probabilmente è il sogno di ogni studente della scuola per piloti collaudatori avere l’opportunità di volare su un’astronave nuova di zecca, sono abbastanza fortunato di avere questa opportunità con il mio buon amico qui».
I due astronauti nelle missioni precedenti hanno aiutato a portare in orbita elementi della ISS, compresi moduli con sistemi di supporto vitale e laboratori scientifici, e un robot a due braccia chiamato Dextre usato per le riparazioni. Jim Bridenstine amministratore della NASA ha detto:
«È la quinta volta nella storia degli Stati Uniti che gli astronauti inaugurano un veicolo nuovo di zecca. L’abbiamo fatto con Mercury, Gemini, Apollo, con le navicelle spaziali, ora lo faremo nella missione con Demo-2 con un razzo SpaceX Falcon 9 e la capsula Crew Dragon».
Gli astronauti hanno descritto come hanno lavorato con SpaceX per aiutare a progettare e perfezionare l’elegante interno della Crew Dragon, vanta pannelli di controllo touch screen piuttosto che joystick, pulsanti e manopole che coprono ogni centimetro della cabina di pilotaggio dello Space shuttle.
Bob Behnken veterano di due voli dello Space shuttle e di sei passeggiate spaziali, sarà responsabile del rendezvous (una manovra effettuata da due oggetti in volo nello spazio, solitamente una navicella spaziale ed una stazione orbitante intorno alla Terra), dell’attracco e dello sganciamento dell’equipaggio Crew Dragon dalla ISS.
Doug Hurley comandante della missione Demo-2, ha pilotato due voli dello Shuttle, compreso il lancio finale dello Space shuttle, STS-135, nel luglio 2011, dopo essere arrivato al Centro Spaziale ha detto:
«Si dà il caso che io sia stato uno dei quattro astronauti che sono atterrati al Kennedy Space Center quasi nove anni fa per chiudere il programma dello Space shuttle. È davvero gratificante essere qui per iniziare il prossimo lancio dagli Stati Uniti».

Soggiorno unico a bordo della stazione spaziale
La Nasa dopo la fine dell’era dello Shuttle, ha sviluppato partnership con compagnie di volo spaziale private per lanciare astronauti sulla ISS, ha iniziato ad acquistare posti a sedere su veicoli spaziali russi fino a quando i veicoli commerciali americani non sono stati pronti a volare. La Nasa nel 2014 ha stipulato un contratto con due società per progettare, costruire e lanciare veicoli spaziali nell’orbita terrestre bassa: Boeing, con un contratto del valore di 4,2 miliardi di dollari, e SpaceX, con un contratto di 2,6 miliardi di dollari.
Kirk Shireman, responsabile del programma ISS della Nasa, ha detto:
«È questo il prossimo passo fondamentale nella commercializzazione dell’orbita terrestre bassa e nell’avere un’economia dell’orbita terrestre bassa davvero vitale, in cui la Nasa è uno dei tanti clienti; questo lancio è il nostro prossimo passo verso l’aumento della presenza americana a bordo del laboratorio».
Il lancio del 27 maggio 2020 è il secondo volo dimostrativo della navicella spaziale SpaceX Crew Dragon, nel marzo 2019 durante il primo volo di prova orbitale del veicolo, una capsula senza astronauti a bordo ha brevemente attraccato alla ISS e poi è tornata sulla Terra, scendendo nell’Oceano Atlantico.
Doug Hurley e Bob Behnken, per raggiungere la Stazione spaziale voleranno con un altro Crew Dragon. I due astronauti una volta arrivati alla ISS, si fermeranno per un periodo di tempo indeterminato compreso tra un mese e 110 giorni, per assistere i tre astronauti già a bordo impegnati nelle loro attività di ricerca scientifica. L’astronauta della Nasa Chris Cassidy è attualmente a bordo della ISS, insieme ai cosmonauti russi Anatoly Ivanishin e Ivan Vagner, in attesa dell’arrivo di Doug Hurley e Bob Behnken. La capsula Crew Dragon quando tornerà sulla Terra con gli astronauti della missione Demo-2, si paracaduterà nell’Oceano Atlantico vicino a Cape Canaveral.
Gwynne Shotwell, presidente e direttore operativo di SpaceX durante una conferenza stampa prima del lancio, ha detto:
«Il mio cuore è seduto in questo posto, credo che rimarrà qui finché non riporteremo Doug Hurley e Bob Behnken sani e salvi dalla Stazione Spaziale Internazionale».
Doug Hurley comandante della missione Demo-2 in conclusione ha detto:
«Non vedo l’ora di rivisitare la stazione orbitale che ho aiutato a progettare, in particolare la Cupola in vetro che consente agli astronauti una visione a 360 gradi utile sia per le attività con il braccio robotico per le attività extraveicolari (EVA), sia per l’osservazione della Terra e per momenti ricreativi».
La Cupola costruita in Italia da Thales Alenia Space, è stato portata in orbita dalla missione STS-130 nel 2010. Ha una forma esagonale, è dotata di sei finestrini trapezoidali sui lati e di un finestrino circolare sulla sommità dal diametro di ben 80 centimetri, misura che lo rende il più grande mai portato nello Spazio.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →