Ecco ISSpresso invenzione italiana per il caffè espresso a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (video)

Gli astronauti che vivono sulla Stazione Internazionale Sperimentale (ISS) per le difficoltà d’ingegneria per assenza di gravità, spesso non possono avere tutti i comfort, ora se tutto andrà bene, potranno gustare il caffè espresso, una comodità che molti qui sulla Terra specialmente il mattino danno per scontato.
La maggior parte delle bevande sulla Stazione Spaziale Internazionale – compreso il caffè – attualmente sono prodotte con polvere disidratata che poi è mescolata con acqua prima del consumo. ISSpresso, una joint venture italiana formata da Argotec società aerospaziale e Lavazza Macchine da caffè, effettivamente fornirà un caldo caffè espresso per gli astronauti.
Il caffè espresso è una bevanda ottenuta dalla percolazione di acqua calda sotto pressione che passa attraverso uno strato di caffè (circa 6/7 gr) tostato, macinato e pressato; nel passaggio attraverso la polvere di caffè, la pressione dell’acqua si esaurisce e la bevanda fuoriesce a pressione atmosferica.

L‘ingegneria italiana naturalmente si è dovuta superare, nello Spazio per ottenere il caffè espresso è un po’ più complicato, i materiali utilizzati per regolare la pressione devono tener conto delle diverse dinamiche dei liquidi in assenza di gravità: il tubicino di plastica che conduce l’acqua all’interno di una normale macchina da caffè è stato sostituito con un tubo di acciaio speciale in grado di resistere a una pressione di oltre 400 bar (vedi Infografica “Tutti i segreti di ISSpresso”).
Il primo prototipo ISSpresso è stato costruito un anno fa, il modello per l’ISS in questo periodo è in fase di test. La macchina per ragioni di sicurezza e d’ingegneria, contiene tanti sistemi di backup e di sicurezza, il suo peso è di circa 44 chili.
ISSpresso superato il periodo di test il prossimo mese di novembre sarà portato a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, giusto in tempo per far gustare il primo caffè espresso spaziale a Samantha Cristoforetti, la prima astronauta donna italiana. E’ entusiasta come evidenziato da un suo twitt del 15 giugno, ha scritto:
«Non è fantastico? Durante #Futura42 riuscirò anche a far funzionare la prima macchina per caffè espresso nello Spazio!».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento