La Cina a livello globale mira a un maggiore controllo su Internet

La Cina vuole assumere un ruolo più rilevante nel plasmare il futuro d’internet, ha dichiarato il suo presidente Xi Jinping alla World Internet Conference nella città di Wuzhen.
L’annuale evento, che si svolge dal 2014, vede la partecipazione di governi stranieri e rappresentanti d’importanti aziende di tecnologia di consumo strettamente coinvolte in internet, come Tim Cook di Apple e Sundar Pichai di Google, entrambi intervenuti l’anno scorso.
Il presidente Xi Jinping non è intervenuto personalmente all’evento di quest’anno, per lui è stata letta una sua dichiarazione in cui ha chiesto un’accelerazione nello sviluppo dell’economia digitale e ripetute richieste di un sistema di governance globale d’internet in cui la Cina avrebbe giocato un ruolo chiave. Ha sottolineato:
«I paesi di tutto il mondo nonostante le diverse condizioni e le varie sfide, condividono la necessità di promuovere l’economia digitale, gli interessi nel gestire le sfide alla sicurezza informatica, una cooperazione concreta tra i diversi paesi per promuovere la fiducia reciproca e la governance collettiva nel cyberspazio e creare una vigorosa comunità con un futuro condiviso nel cyberspazio».
La Cina è stata a lungo criticato per il suo rigoroso controllo su Internet, censurato dal governo per ostacolare la diffusione di opinioni e informazioni dissenzienti. La settimana scorsa, il rapporto annuale “Freedom of the Net” ha rilevato che la libertà d’internet è in declino in molti paesi e che i censori cinesi d’internet, in particolare, stanno aiutando i governi stranieri a limitare l’accesso alle informazioni online.
Rogier Creemers, esperto di governance cinese, all’inizio della conferenza di quest’anno ha detto:
«I discorsi ufficiali hanno parlato molto meno di apertura e molto di cooperazione strategica e pragmatica. Indica che sono meno convinti di un successo di ampia cooperazione su larga scala, basata, in particolare – se non espressa esplicitamente – con gli Stati Uniti».
La tecnologia e Internet sono i campi di battaglia chiave in una guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti, con un’attenzione particolare alle lamentele degli Stati Uniti sul furto di proprietà intellettuale e alle ambizioni della Cina di diventare un leader globale nella tecnologia d’avanguardia.
Il dirigente Ma Huateng, conosciuto come Pony Ma, amministratore delegato di Tencent Holdings ha detto che l’economia cinese è resiliente e il settore internet del paese ha un futuro brillante nonostante gli ostacoli.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →