Innovazione per i ciclisti, ecco il casco prodotto con la carta riciclata (video)

I fornitori di servizi di bike sharing, sono alle prese con il problema della sicurezza. Il ciclista di solito deve indossare il casco, ma i caschi sono troppo costosi.
Bobby Petersen, Tom Gottelier e Edward Thomas, progettisti e artisti del Royal College of Art di Londra ha trovato una soluzione per il problema: eccellenti caschi da bicicletta a basso costo, realizzati con carta di giornale riciclata (vedi foto), sono leggeri, biodegradabili e impermeabili. Ora la domanda nasce spontanea: come può per soli tre euro il casco di carta di giornale garantire la protezione del ciclista dalle cadute?

L’idea del casco di carta (Paper Pulp Helmet) è nata a Londra
Il casco è realizzato con strisce di giornale triturate in un frullatore contenente una soluzione composta dal 96% di acqua, più un additivo alimentare che rende i caschi resistenti all’acqua fino a sei ore.

I caschi una volta miscelati, sono termicamente essiccati per rimuovere l’acqua e cementati nello stampo. L’utilizzo è per periodi limitati, possono essere smaltiti nel sistema di scarico.
Il casco e la cinghia sono completamente riciclabili, possono essere nuovamente macerati per produrre un nuovo casco senza alcuna degradazione del materiale.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento