Ingegneri hanno creato una batteria ecologica in legno

La batteria è in fase di sviluppo presso il Centro di Ricerca di Energia dell’Università del Maryland a College Park.
Gli scienziati ispirati dagli alberi, hanno sviluppato una batteria fatta da schegge di legno rivestite di stagno, mostra la promessa di diventare una piccola fonte di energia di lunga durata, efficiente e rispettosa dell’ambiente. La loro relazione sul dispositivo “1.000 volte più sottile di un foglio di carta” è stata pubblicata sulla rivista Nano Letters.
Liangbing Hu, Teng Li e i colleghi precisano che le odierne batterie usano spesso i substrati rigidi e non flessibili, che sono troppo rigidi perché riducano la tensione che accade mentre gli ioni attraversano la batteria.
Sapevano che le fibre di legno provenienti da alberi sono flessibili e naturalmente progettati per contenere l’acqua ricca di minerali, simile all’elettrolita nelle batterie. Hanno deciso di esplorare l’uso del legno come la base di una batteria sperimentale di sodio-ioni. Utilizzando sodio anziché litio renderebbe ecologico il dispositivo.
L’autore Hongli Zhu e altri membri del team descrivono gli esperimenti di laboratorio in cui il dispositivo ha eseguito con successo anche quattrocento cicli di carica-scarica, tra i più a lunga durata di tutte le nanobatterie tipo sodio-ioni.
Le batterie che utilizzano la nuova tecnologia, sono più adatte per le applicazioni di stoccaggio di energia su larga scala, come ad esempio le centrali eoliche o impianti di energia solare.
La batteria in questo momento è solo un prototipo. Liangbing Hu e i suoi colleghi avranno bisogno di modificare i materiali prima di avere qualcosa di commercialmente valido.

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →