Il fiuto che salva la vita

I cani con il loro fiuto, rilevano in anticipo la presenza di tumori ovarici, quelli con il più alto tasso di mortalità, causato dal ritardo della metodologia diagnostica tradizionale

"Integrative Cancer Therapies", ha pubblicato un articolo sullo studio del fiuto dei cani, in grado di rilevare l’odore del tumore ovarico, diverso da altri tipi di tumori.
Il cancro ovarico ha un alto tasso di mortalità, principalmente a causa del ritardo della diagnosi.
Studi recenti hanno dimostrato che i cani, con il loro fiuto, possono rilevare, in anticipo, l’odore stesso del cancro o profumi associati al cancro.
I ricercatori svedesi dell’University Hospital di Göteborg, guidati da György Horvath, con i colleghi del Dog Club svedese e ungherese, hanno addestrato i cani a distinguere diversi tipi e gradi di cancro ovarico, tra cui i tumori borderline (a basso grado di malignità, rappresentano dal 10 al 20% di tutti i tumori ovarici epiteliali e a differenza delle forme invasive tendono a manifestarsi in uno stadio più precoce e ad un’età più giovane).
I ricercatori hanno scoperto che l’odore del cancro ovarico sembra differire da quelli d’altre neoplasie ginecologiche, come quello cervicale, o il cancro endometriale.
Nell’articolo, i ricercatori spiegano:
"Il nostro studio rende evidente che la maggior parte dei comuni carcinomi ovarici, sono caratterizzati da un unico odore specifico, rilevabile con cani addestrati. I cani – secondo il nostro parere -, non devono essere utilizzati nella pratica clinica, per evitare di essere influenzati, nel corso del loro lavoro, non garantendo il tasso d’accuratezza della diagnosi. E’ più idoneo utilizzarli in esperimenti per esplorare ulteriormente interessanti proprietà delle neoplasie maligne".
Keith Block, capo redattore della rivista medica "Integrative Cancer Therapies", aggiunge:
"Credo che ci sia gran valore in questo studio, le abilità diagnostiche dei cani, specificatamente addestrati, aiutano la ricerca medica ad individuare metodi adeguati e strumenti idonei, per la diagnosi precoce per curare il cancro con metodi più efficaci.
Liberamente tradotto da Eurekalert
, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

3 thoughts on “Il fiuto che salva la vita

  1. Una novità che non conoscevo..

    Ciao patt..buona settimana..qui da me fa’ un tremendo caldo…^^

  2. ne avevo sentito parlare,sarebbe bello,in fondo si sa il cane è il miglior amico della “donna”buona giornata…

Lascia un commento