Il colore e l’odore dell’urina possono segnalare il tuo stato di salute

Il dott. James Vallejo Quintero, esperto di omotossicologia, spiega:
«L’urina può rivelare informazioni importanti sul processo di rimozione dei rifiuti dal corpo, dando indizi sullo stato della nostra salute.
Le reni servono a filtrare l’acqua in eccesso e i rifiuti solubili dal sangue, eliminano le tossine e altri elementi che altrimenti si accumulano e provocano qualche malattia. Molti elementi – da eccesso di proteine, zucchero, fino a batteri e funghi – potrebbero raggiungere le urine.
Se si notano cambiamenti nel modo di vedere o avvertire l’odore di urina, allora la causa potrebbe essere qualcosa di normale mangiato durante la cena della serata precedente, come le barbabietole o asparagi. Oppure, questo cambiamento potrebbe avvisare sulla presenza di una malattia.
Se si sospetta di un problema delle vie urinarie, si deve consultare il medico, probabilmente vi prescriverà un esame delle urine. Gli esami delle urine (semplici e non invasivi per valutare rapidamente la salute), trovano storici riferimenti nelle opere di tutti i medici dell’antichità e del medioevo da Ippocrate a Paolo Aegineta, da Sorano d’Efeso a Galeno, da Celso a Dioscoride, da Avicenna a Rhazes.

Prestare attenzione ai segni dell’urina
Le reni nell’arco della vita mediamente filtrano oltre un milione di litri d’acqua, sufficiente a riempire un piccolo lago. Sorprendentemente, un rene può svolgere questo compito nel migliore dei modi. Infatti, se si perde un rene, il rene rimanente nei primi due mesi può aumentare di dimensioni del 50 per cento, questo al fine di esercitare le funzioni di entrambi le reni.
L’urina è formata dal 95 per cento di acqua e dal cinque per cento di urea, acido urico, minerali, sali, enzimi e altre sostanze che potrebbero causare problemi. L’urina normale è chiara, ha un colore giallo paglierino causato da un pigmento biliare chiamato urobilina.
L‘urina (come con le feci), cambia colore secondo il cibo che si mangia, i farmaci e gli integratori che si prendono, quanta acqua si beve, l’ora del giorno. Tuttavia, alcune malattie possono anche cambiare il colore e le altre caratteristiche delle urine, per cui è importante, essere attenti e ben informati perché con tante variabili, non si può essere sempre sicuri di quello che sta causando una particolare situazione se non ci sono prove di laboratorio. Nonostante questo, le caratteristiche dell’urina forniranno indizi circa i potenziali problemi che potrebbero insorgere, dandovi il tempo di fare qualcosa.
La tabella (vedi) riassume alcune delle variazioni di colore più comuni dell’urina e le sue possibili origini collegate al cibo, medicinali, integratori o disidratazione. Tuttavia, ci sono alcuni segni che possono sollevare preoccupazioni.

L’urina odora di rose?
Se tu fossi una donna dell’antica Roma e l’odore della tua urina è come quello delle rose, probabilmente è perché hai preso la trementina. Era questo l’alto prezzo che le donne pagavano per attrarre un corteggiatore con un gradevole odore nelle urine, ma la trementina poteva uccidere.
Molte altre sostanze comuni come la trementina, potrebbero alterare l’odore dell’urina, per questo è utile sapere che cosa è normale. L’urina riflette tutti i meccanismi interni del corpo, contiene una grande varietà di composti e sottoprodotti metabolici, infatti, alcuni cani possono davvero “fiutare” nell’urina umana l’odore del cancro.
L’urina normalmente ha un odore forte, quello speziato (come l’ammoniaca) potrebbe dipendere da un’infezione, calcoli renali, o semplicemente da disidratazione: in questo caso l’urina è più concentrata e, a volte può avere un odore più forte del normale, come alcuni alimenti ricchi di proteine come carne e uova.
La menopausa, malattie a trasmissione sessuale e alcuni disturbi metabolici possono anche aumentare l’odore di ammoniaca.

Ecco alcuni dei motivi più comuni per cui l’odore e il colore dell’urina può cambiare

Farmaci o integratori:
– alcune malattie genetiche, come la malattia delle urine a sciroppo d’acero, più comunemente detta “Leucinosi” (un errore congenito del metabolismo degli aminoacidi);
– alcuni alimenti, in particolare asparagi (sono noti per provocare un cattivo odore, sgradevole come quello del cavolo, derivante da un composto di zolfo chiamato mercaptano metilico che si trova anche nell’aglio e secrezioni fetide). Solo il 50 per cento delle persone che ha un determinato gene può manifestare l’odore di asparagi nell’urina.
Tagliare le punte degli asparagi (naturalmente è la parte più prelibata e ricca di sapore) per impedire quest’odore.

Infezioni del tratto urinario
Il diabete non controllato è noto per provocare nell’urina l’odore di dolce o frutta, o qualcosa di meno comune come l’odore di lievito. I medici in passato diagnosticavano il diabete bagnando la sabbia con l’urina, poi vedevano se era abbastanza dolce da attirare gli insetti. I medici fortunatamente ora hanno accesso a strumenti diagnostici più appropriati.

Frequenza delle minzioni
La frequenza delle minzioni è molto importante. Urinare da sei a otto volte il giorno è in “media”. Probabilmente andare al bagno più o meno spesso, può dipendere da quanta acqua si beve. L’aumento della frequenza della minzione può essere causato da una vescica iperattiva, caffeina, infezione del tratto urinario (UTI), cistite interstiziale, ipertrofia benigna della prostata, diabete o una delle molte malattie neurologiche.
La paruresis (nota anche come sindrome della vescica timida, paura o ansia della minzione, la paura di urinare di fronte agli altri) e impegni di lavoro, possono far ritardare la minzione. E’ importante andare a urinare appena si sente il bisogno perché il ritardo può causare la sovradistensione della vescica, che poi fa fatica a riprendere la sua dimensione originale e con il tempo causare l’incontinenza urinaria.

Quanta acqua dovrei bere?
Non sono d’accordo con la raccomandazione di bere da sei a otto bicchieri di acqua il giorno. Il vostro corpo è in grado di dirvi che cosa avete bisogno e quando ne avete bisogno. Una volta che il tuo corpo ha perso uno o, il due per cento del totale di acqua, il suo meccanismo di sete ti consente di sapere che è tempo di bere acqua, la sete dovrebbe essere la vostra guida. Naturalmente, se si è all’aperto al caldo e impegnati in uno sforzo fisico, avrete bisogno di più acqua del normale, ma anche allora, quando si ha sete si dovrebbe bere acqua per rimanere idratati.
Con l’età, il vostro meccanismo della sensazione di sete tende a essere meno efficiente. Pertanto, gli anziani devono regolarmente assicurarsi di bere acqua in quantità sufficiente per mantenere il colore dell’urina giallo pallido, a condizione di non prendere la riboflavina (vitamina B2, che è nella maggior parte multivitaminica) altrimenti l’urina assume un colore giallo fosforescente. Chi ha problemi di calcoli renali o alla vescica, o un’infezione delle vie urinarie, dovrebbe aumentare il consumo di acqua.

Il tuo sistema urinario
E’ importante avere una buona idea sull’importanza di avere familiarità con ciò che è normale quando si tratta di urina. L’urina è la finestra aperta sul funzionamento interno del vostro corpo e può funzionare come un “sistema di preallarme” per rilevare problemi di salute.
Il fattore più importante per la salute generale del vostro apparato urinario è bere ogni giorno abbastanza acqua fresca. La scarsa idratazione è il principale fattore di rischio per i calcoli renali ed è molto importante per prevenire infezioni del tratto urinario. Per evitare di andare spesso al bagno, rimanere idratati e non assumere eccessivi liquidi, bere acqua quando si ha sete, non credo che si dovrebbe bere otto bicchieri di acqua il giorno. Se ci si alza per urinare durante la notte, tre ore prima di coricarsi interrompere l’assunzione di acqua.
Limitare il consumo di caffeina e alcol, che può irritare la mucosa della vescica. Assicuratevi che la vostra dieta sia ricca di magnesio, evitare gli zuccheri (fruttosio e bibite gassate), prodotti di soia non fermentati a causa del loro contenuto di ossalato. Infine, non preoccupatevi, quando avete voglia di andare al bagno, andate. Ritardare di fare pipì è dannosa per la salute della vostra vescica a causa di eccessive pressioni».

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento