Grande scoperta scientifica di Nestlé, ha ridotto lo zucchero del 40% mantenendo invariato il sapore del cioccolato

Nestlé rimodellando la struttura dei cristalli di zucchero, senza cambiare il gusto, ha trovato un modo per ridurre la quantità di zucchero nei suoi prodotti. I ricercatori utilizzando solo ingredienti naturali, hanno trovato la chiave per strutturare lo zucchero in modo diverso, così, anche quando è meno utilizzato nel cioccolato, la lingua percepisce una dolcezza quasi identica (clicca l’immagine per animarla: i cristalli di zucchero a sinistra appaiono nella loro struttura attuale. Con l’innovazione Nestlé, i cristalli di zucchero appaiono come mostrato a destra, consentono alla lingua di assaporare lo stesso livello di dolcezza, consumando meno zucchero).

cristalli-zucchero-nestle
La scoperta permetterà a Nestlé di diminuire significativamente lo zucchero nei suoi prodotti dolciari, pur mantenendo un gusto molto naturale (per esempio, il cioccolato al latte è composto dal 50% di zucchero).
Stefan Catsicas, Vice Presidente Responsabile Innovazione, Tecnologia, Ricerca & Sviluppo Nestlé, ha detto:
«Questa ricerca veramente innovativa s’ispira alla natura, nei nostri prodotti dolciari ha il potenziale di ridurre lo zucchero totale fino al 40%. I nostri scienziati hanno scoperto un modo completamente nuovo di utilizzare un tradizionale, ingrediente naturale».
Nestlé sta brevettando la sua invenzione, dal 2018 inizierà a utilizzarla in una vasta gamma dei suoi prodotti dolciari, il prossimo anno fornirà maggiori dettagli sul ridotto utilizzo di zuccheri.
La realizzazione tecnologica ha importanti implicazioni per la società e per i consumatori, permetterà a Nestlé di soddisfare la crescente pressione da parte di gruppi di salute pubblica e le agenzie di salute del governo per ridimensionare lo zucchero nella dieta delle persone, senza ricorrere a dolcificanti artificiali come l’aspartame.
La riduzione di zucchero nei prodotti alimentari è tra gli obiettivi generali prefissati da Nestlé, nel profilo nutrizionale dei suoi prodotti prevede anche la riduzione di sale e grassi saturi, allo stesso tempo l’aumento di nutrienti sani come vitamine, minerali e grano intero.
Nestlé in tutto il mondo ha circa quaranta strutture di ricerca e sviluppo, ogni anno spende circa due miliardi di dollari.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento