Conseguenze a lungo termine dell’infezione da virus Zika

L’esposizione del feto in via di sviluppo al virus Zika (Zikv) provoca una serie di anormalità cerebrali descritte come sindrome di Zika congenita. La microcefalia sebbene sia il risultato più ovvio, neuropatologie come calcificazioni intracraniche e polimicrogiria possono verificarsi in assenza di microcefalia. Inoltre, il pieno impatto dell’esposizione sulle abilità motorie, sociali e cognitive durante lo sviluppo rimane atipico.
Abigail Snyder-Keller, Laura Kramer, Steven Zink e Valerie J. Bolivar del Dipartimento della salute dello Stato di New York e della Scuola di sanità pubblica dell’Università di Albany, hanno pubblicato i risultati sulla rivista JNurosci, suggerisce che i bambini esposti al virus durante l’epidemia 2015-16 potrebbero presentare un aumento del rischio di disturbi dello sviluppo.
«Abbiamo esaminato le conseguenze neurocomportamentali a lungo termine dell’esposizione neonatale Zikv in quattro ceppi di topi ibridi geneticamente divergenti (C57BL / 6J, 129S1 / SvImJ, FVB / NJ e DBA / 2J). Topi maschi e femmine sono stati infettati nel primo giorno post parto, considerato comparabile all’esposizione tardiva nel secondo trimestre degli esseri umani.
Dimostriamo le differenze di ceppo nella precoce suscettibilità al virus e il decorso temporale della reazione gliale nel cervello, questi cambiamenti sono stati associati a differenze dovute al ceppo e al sesso nelle anomalie comportamentali a lungo termine, includono iperattività, impulsività e incoordinazione motoria.
Inoltre, i cervelli adulti dei topi suscettibili mostravano calcificazioni diffuse che possono essere alla base dei deficit comportamentali osservati. La caratterizzazione delle sequele neuropatologiche dell’esposizione allo sviluppo del virus Zika in diversi ceppi di topo immunocompetenti fornisce una base per l’identificazione di fattori genetici e immunitari che contribuiscono a conseguenze neurocomportamentali a lungo termine in individui sensibili».
La ricerca fornisce un primo passo verso lo studio dell’intera gamma di possibili esiti in individui esposti al virus Zika nel grembo materno.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →