Blue Origin entro il 2019 lancerà i turisti spaziali (Video)

Bob Smith, CEO di Blue Origin, in un discorso al Consiglio Spaziale Nazionale in Virginia, ha detto:
«Nei prossimi 18 mesi, nell’aprile del 2019 lanceremo gli esseri umani nello spazio, non saranno astronauti ma comuni cittadini».
Blue Origin in precedenza aveva previsto una data di lancio nel 2018, con voli di prova nel 2017, con questo ritardo potrà essere battuto dal programma di Elon Musk con SpaceX, spera di lanciare due turisti intorno alla Luna entro la fine del 2018.
Blue Origin prima di iniziare voli regolari per i turisti spaziali, entro il prossimo anno dovrà completare alcuni voli di prova con piloti e ingegneri. I futuri turisti saranno lanciati con il suo razzo riutilizzabile New Shepard, per cinque volte, senza pilota,  è già volato nello spazio.
I voli regolari raggiungeranno la suborbita, sostanzialmente salendo e tornando indietro. La capsula contenente i passeggeri sarà collocata sulla parte superiore del razzo, si separerà nello spazio, tornerà a Terra appesa a un paracadute, mentre il razzo farà il viaggio di ritorno con il suo propulsore (vedi video).

I voli dureranno circa 11 minuti, non si sa quanto costeranno. Se avranno successo, sarà un grande schiaffo in faccia ad aziende come Virgin Galactic, da anni stanno cercando di dare il via al turismo spaziale, ma sono stati tormentati da ritardi. Un biglietto su Virgin Galactic costa 250.000 dollari.
Blue Origin ha anche progetti più grandi, sta sviluppando un razzo chiamato New Glenn, lo vuole usare per portare le persone in orbita reale. Dopo di che, lancerà un programma chiamato “New Armstrong”, di cui non sappiamo ancora nulla. Dal suo nome, però, si potrebbe intuire che è qualcosa che ha a che fare con la Luna.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento