Missioni spaziali, immagine del primo WC femminile utilizzato da Valentina Tereshkova, la prima donna cosmonauta russa

Image the first prototype of a toilet for female cosmonauts 

It was flown for the first time in the Vostok 6 spacecraft, where it was used by the first woman in space, the brave Valentina Tereshkova.
The other one is a space toilet that went to orbit in the Soyuz 3. I know. Both look scary, unlike today’s top-of-the-line NASA toilets.
Veteran astronaut Mike Mullane provides some of the basics of going to the bathroom in space. Makes it clear that being an astronaut involves overcoming huge challenges to accomplish something that the rest of us do routinely back here on Earth.
“To help the astronauts…..NASA installed a camera at the bottom of the toilet simulator transport tube. A light inside the trainer provided illumination toa part of the body that normally didn’t get a lot of sunshine. A monitor was placed directly in front of the trainer with a helpful crosshair marker to designate the exact center of the transport tube. In our training we would clamp ourselves to this toilet and wiggle around until we were looking at a perfect bull’s-eye. When that was achieved, we would memorize the position of our thighs and buttocks in relation to the clamps and other seat landmarks,” Mullane wrote.

_______________
Italian version
Missioni spaziali, immagine del primo WC femminile di Valentina Tereshkova, la prima donna cosmonauta russa e video esclusivo della NASA sul moderno WC utilizzato nello spazio
 
In questa immagine, i dispositivi igienici sono due, uno è per le signore.
Quello a sinistra è il primo prototipo di una toilette per le donne cosmonaute. In volo per la prima volta nella navicella Vostok 6, è stato utilizzato dalla prima donna nello spazio, la coraggiosa Valentina Tereshkova, una delle cinque donne cosmonaute russe (Tatyana Kuznetsova, Irina Solovyova, Zhanna Yorkina, Valentina Ponomaryova).
Vostok 6 è stata la sua prima missione, lanciata senza problemi il 16 giugno 1963, Valentina (chiamata Chaika, il soprannome ottenuto durante gli studi presso l’Air Force Academy Zhukovsky, dove si è laureata in ingegneria cosmonauta), ha volato accanto al suo compagno il cosmonauta Valery Bykovsky (nella precedentemente missione aveva comandato la Vostok 5).
Valentina Tereshkova all’epoca aveva solo ventitré anni, dieci anni meno di Gordon Cooper il più giovane dei sette astronauti della Mercury.
Il mistero legato al volo di Valentina Tereshkova è se ha fatto sesso in orbita con il suo compagno Bykovsky, come richiesto dagli scienziati sovietici: volevano sapere se gli uomini e le donne potevano concepire un bambino nello spazio.
L’esperimento non è mai stato confermato dalle autorità sovietiche e, a tutt’oggi, l’autenticità di questo episodio collegato alla missione rimane sconosciuta.
Ciò che non è leggenda è che dopo la missione di Valentina Tereshkova, sono passati diciannove anni per il lancio di un’altra donna nello spazio: Svetlana Savitskaya. Fortunatamente ora le donne, anche se in numero inferiore agli uomini, partecipano con regolarità alle missioni spaziali.
Tornando all’immagine, l’altro è un WC spaziale andato in orbita con la Soyuz 3. Entrambi i servizi igienici sono inquietanti a differenza di quelli attuali della Nasa.
Un video esclusivo rivela il segreto più oscuro del programma spaziale, quello che coinvolge l’attracco e l’allineamento sulla tazza del WC: come si fa la popò nello spazio?  Lo spiegano gli esperti, ecco qualche indicazione:
“L’allineamento è importante. Se non si è sicuri dell’allineamento, si può accendere una luce all’interno della toilette. Seduti sulla toilette, si può dare un’occhiata sul monitor per controllare l’allineamento”. [Guarda il video].

 

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento