Attenzione alle tartarughe domestiche causano infezione da salmonella

I centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie stanno avvertendo le persone di pensare due volte prima di portare le tartarughe in casa come animali domestici.
L’agenzia ha dichiarato che tredici Stati attualmente stanno investigando epidemie di salmonella causate dal contatto con le tartarughe. New York, Pennsylvania, Illinois, Ohio e Connecticut hanno avuto il maggior numero d’infezioni: a New York, 11 persone si sono ammalate di salmonella da contatto con la tartaruga. Finora, l’agenzia ha riportato 37 casi di malattia di salmonella e 16 ospedalizzazioni. Dodici delle persone ammalate – il 32 per cento – sono bambini di età inferiore ai 5 anni.
I test di laboratorio dei 37 pazienti hanno rivelato che tutti sono stati testati positivi per la Salmonella Agbeni, un raro ceppo di batteri che di solito non infettano l’uomo, quasi la metà di 33 pazienti che hanno risposto alle domande ha detto che la settimana precedente avevano avuto contatti con le tartarughe domestiche, il loro cibo, l’acquario o l’habitat. Tra gli intervistati sei hanno dichiarato di aver comprato la tartaruga in un mercato delle pulci, da un venditore di strada, gli altri di averla ricevuta come regalo.
Tutte le tartarughe trasportano batteri di salmonella, recenti studi hanno suggerito che le più piccole possono essere più dannose per la diffusione di questi germi indesiderati, responsabili per la diarrea, febbre, brividi e dolori allo stomaco. La malattia può durare fino a una settimana.
I Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (Centers for Disease Control and Prevention, abbreviati in CDC), sono un importante organismo di controllo sulla sanità pubblica degli Stati Uniti d’America, hanno detto:
«Questo non è il primo focolaio di salmonella legato alla tartaruga, negli Stati Uniti tra il 2011 e il 2013 otto focolai di salmonella collegati alla tartaruga hanno causato la malattia a 473 persone in 41 Stati. I casi si sono verificati in persone di età compresa tra 1 e 94 anni, l’età media era 4 anni.
I funzionari dello Stato e della Sanità locale nel 2015, hanno acquisito campioni da piccole tartarughe provenienti da un certo numero di venditori di strada, poi hanno condotto l’intero sequenziamento del genoma. I risultati hanno evidenziato che il ceppo di salmonella negli umani è quello geneticamente strettamente legato ai batteri portati da queste tartarughe.
La Food and Drug Administration (e altri funzionari della sanità pubblica) nel raccomandare di evitare il contatto con le piccole tartarughe, ha ricordato che dal 1975 ha vietato la vendita e la distribuzione di tartarughe con il guscio inferiore ai dieci centimetri. Ha sottolineato che l’attuale epidemia di salmonella è da imputare a tante persone che non sono a conoscenza dei pericoli sanitari legati al contatto con gli animali.
I CDC hanno aggiunto:
«Tutte le tartarughe, a prescindere dalle dimensioni, anche se sembrano sane e pulite possono trasportare batteri di Salmonella. La nostra guida “Il guaio con le piccole tartarughe” offre consigli pratici per i proprietari di tartarughe:
lavarsi le mani dopo il contatto con le tartarughe domestiche, la pulizia dell’acquario e del loro habitat;
non pulire le tartarughe in cucina o in bagno;
non baciare o fare coccole alla tartaruga, può aumentare il rischio di ammalarsi».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento