Pulci e acari

 La cartolina che ho pubblicato, l’ho acquistata a Londra, in un mercatino delle pulci che si trova a qualche isolato da quello più famoso, il "Portobello Road". Avevo individuato una bancarella che vendeva di tutto, anche libri usati, buttati alla rinfusa tra cianfrusaglie indescrivibili. Mentre rovistavo tra i libri, alla ricerca di qualche testo di mio gradimento, la mia attenzione venne attratta dall’immagine di Buckingham Palace, con le lenzuola appese alle finestre. Presa tra le mani, osservandola attentamente, avevo capito che non era un fotomontaggio. La foto-cartolina era autentica, sul retro riportava una microscopica didascalia: "Buckingham Palace – 1935".
Per non tornare in Italia, a mani vuote, insieme alla cartolina, acquistai anche un libro. Mi catturò il titolo, si abbinava bene all’immagine della cartolina: "The bedsheet of Buckingham Palace" [Il lenzuolo di Buckingham Palace], scritto da un certo Igor Sleep, semisconosciuto autore "lettòne" [lettone per chi legge in italiano], conosciuto solo in Lituania.
Appena sono tornato da Londra (ero andato lì a dicembre, per una breve vacanza natalizia), ho iniziato a leggere il libro acquistato con la cartolina. L’ho quasi ultimato,  leggo insieme a voi le ultime righe scritte da Igor Sleep, che conclude così:

«I reali inglesi erano dei convinti salutisti, seguivano alla lettera la norma che consigliava di far prendere aria alle lenzuola, preferibilmente la mattina. Buckingham Palace, addobbato in quel modo, era uno spettacolo unico con tutte le lenzuola che pendevano dai davanzali delle finestre. Poi una mattina, era l’anno 1970, nel quotidiano tran-tran di  Buckingham Palace, entrò pesantemente la futura amante del Principe Carlo, una certa Camilla, donna con una pronunciata idiosincrasia per i lavori domestici (sin da piccola, ha sempre odiato rifare i letti). Non arrivò da sola, riuscì a introdurre e nascondere in un armadio il suo amante, un certo Stephen Pretlove.
Sarà stato un caso ma dal momento in cui Stephen mise piede nella residenza di Buckingham Palace, terminò bruscamente l’abitudine dei reali inglesi di far prendere aria alle lenzuola (non a caso un detto inglese, coniato dalla stessa Camilla, recita: "Le lenzuola sporche si lavano in famiglia)".

Il libro, tra alti e bassi, si conclude con una recente amara dichiarazione di Camilla: "Intimamente devo confessare che il Principe Carlo, sotto certi aspetti, mi ha deluso. Solo Stephen – a parole -, è stato l’unico uomo della mia vita che è riuscito a capire la mia idiosincrasia, rendendomi veramente felice tra le lenzuola».

Da Focus
 
Non rifare il letto, respirerai meglio

Per i più pigri è un supplizio. Per gli amanti della casa in ordine, una necessità da svolgere nel più breve tempo possibile, appena alzati. Si tratta del rifacimento del letto, operazione svolta (più o meno) ogni giorno. Niente di più sbagliato, almeno secondo Stephen Pretlove, ricercatore dell’università britannica di Kingston.
Pretlove con un suo team ha realizzato un modello informatico per studiare la reazione degli acari della polvere ad alcune tra le più classiche situazioni domestiche. E ha scoperto che il sistema più efficace per combattere gli animaletti, responsabili di molte forme di allergie domestiche, è proprio lasciare il letto sfatto.
Alibi perfetto. «Sappiamo – dice Pretlove – che gli acari possono sopravvivere soltanto ricavando l’acqua di cui hanno bisogno dall’atmosfera e per farlo usano piccole ghiande collocate sulla parte esterna del corpo. Il semplice atto di lasciare il letto sfatto durante il giorno è sufficiente a eliminare l’umidità da lenzuola, cuscini e materassi. In questo modo gli acari si disidratano e muoiono più facilmente». Per la gioia di pigri e allergici.
Vietato rifare il letto. Ora però gli studiosi inglesi vogliono passare a una fase pratica, per testare “dal vivo” quanto hanno predetto con i computer. Per questo hanno individuato 36 case in tutto il Regno Unito dove verrà realizzato un esperimento quanto meno singolare. Muniti di sacchetti pieni di acari andranno a spargerli nei letti delle famiglie che hanno dato il loro assenso. Che a questo punto verranno obbligate a non rifare più i loro letti.
Pretlove è sicuro che il sistema funzionerà davvero. Se fosse vero agli inglesi basterà essere un po’ più disordinati per risparmiare i 700 milioni di sterline l’anno (oltre 1 miliardo di euro) spesi dal sistema sanitario per curare le allergie e l’asma provocate dagli acari.

, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

19 thoughts on “

  1. è incredibile pensare che oltre a me nel mio letto possano dormire altre migliaia di minuscoli *cosi* (acaro mi sa proprio dispregiativo), ma come si debelleranno..?

    avrà ragione il maggiordomo pre-arrivo-di-Camilla oppure l’illustre ricercatore britannico?

    ai posteri l’ardua sentenza…

    Buonanotte ^^

  2. Ho letto è sto starnutendo..sono allergica..helpp..

    Notte Patt..grazie per il micione che mi hai lasciato..^^

  3. Oh beh… ci proverò anch’io!

    All’inizio avevo pensato all’insana abitudine siciliana (ma non solo, credo) di cent’anni fa (almeno spero) di esporre fuori dalla finestra le lenzuola dopo la prima notte di nozze, per testimoniare la verginità della ragazza. gulp!

    Ma… niente sesso: siamo inglesi!

    Tutt’al più qualche bacetto! ;PPP

  4. Sono bolto raffreddada e non è colpa degli acari… Etcì, ciao e baciotto*

    P.S. Funzionerà anche con i pollini: non rifare il letto, non sbattere i tappeti,non passare l’aspirapolvere,…? Etcium…

  5. Oh che bello che bello che bello, io il letto lo faccio solo quando cambio le lenzuola, sempre che non decida di dormire nel sacco a pelo (sono una perfetta massaia:)), m.

  6. …..mi sa tanto che domani con le lenzuola all’aria questo post mi regalerà un bel sorrisone…

    bacio senz’acari…

    ;*

    smacchete…

  7. La celebre sexystar è l’ospite più attesa della nota kermesse canora

    Loredana Bontempi al “Festival Show”

    La manifestazione, condotta da Paolo Baruzzo affiancato da Barbara Chiappini ed Ela Weber, vedrà anche la partecipazione della regina del porno Eva Henger come ospite fissa. La Bontempi canterà “Esta noche se baila”, scritta dal direttore di Italymedia.it e noto conduttore di Radio Roma Antonello De Pierro

    E’ partito anche quest’anno il “Festival Show”, la prestigiosa kermesse canora itinerante, giunta ormai alla 8^ edizione, che si snoda tra le più belle località del Veneto, del Friuli Venezia Giulia e dell’Emilia Romagna. La manifestazione, che fa capo alle seguitissime Radio Birikina e Radio Bella e Monella del gruppo del noto imprenditore Roberto Zanella, è diventata nel corso degli anni un fondamentale punto di riferimento nel panorama musicale italiano, riversando nelle piazze del nordest peninsulare un fiume di appassionati, a godere delle impeccabili esibizioni di personaggi tra i più popolari del momento. Ancora una volta, come consueto il nastro di partenza è stato tagliato a Castelfranco Veneto, con una serata che ha visto una piazza debordante di oltre trentamila persone, e vedrà srotolarsi il previsto percorso nelle tappe di Comacchio (FE), Jesolo Lido (VE), Pordenone, Zevio (VR), Vicenza, Caorle (VE), Bibione (VE), Abano Terme (PD) tra le più importanti, fino a giungere alla finalissima di Marostica, in provincia di Vicenza, nella notissima Piazza degli Scacchi. Nutrito di volti noti, come al solito, il gruppo degli ospiti, che si alterneranno nei vari appuntamenti e distribuiranno al pubblico bella musica e trascinanti emozioni, intervallati dai 12 giovani in gara, tutti molto bravi, che hanno superato brillantemente le dure selezioni preliminari.. Tra i vip che saliranno sul palco campeggiano i nomi delle due conduttrici, che affiancheranno il conduttore storico del festival e nota voce di Radio Birikina Paolo Baruzzo, la bella ed effervescente Barbara Chiappini, che col suo charme mediterraneo ed il suo talento indiscutibile, saprà certamente riscaldare il già esplosivo pubblico, e la fredda ed inespressiva bellezza nordica di Ela Weber, che dopo essere inclementemente sparita dalla scena televisiva, che aveva frequentato con alcune apparizioni, quasi comparsate, ma comunque di poco conto, tenta un improbabile rilancio proprio dal prestigioso trampolino della corte di patron Zanella. Guest star sarà la conturbante soubrette calabrese Elisabetta Gregoraci, che dopo essersi scrollata di dosso l’eco degli scandali legati alle ultime vicende che hanno scosso il jet-set italiano, si è tuffata a capofitto nel lavoro, strappando proficui contratti a destra e a manca, con encomiabile impegno professionale e artistico, a dimostrare intelligentemente il suo spessore ai frettolosi e cinici inquisitori mediatici italiani, demolendo a colpi di talento la loro sterile vocazione. Ospite fissa in tutte le tappe sarà l’ormai consacrata regina del porno Eva Henger, puledra di razza della scuderia del decano dell’hard e suo ex marito Riccardo Schicchi, che dopo aver raggiunto le vette dell’Olimpo delle pornostar, si è cimentata in qualche breve esperienza televisiva: al festival canterà in coppia col cantante Mal, tentando una nuova esperienza, dopo il consolidato successo costruito nel campo delle luci rosse, tra spettacoli e pellicole mozzafiato, in cui ormai da anni esprime il suo indubbio talento, abilmente sfruttato dal suo esperto pigmalione. Tra gli altri tanti nomi presenti spiccano Al Bano, i Righeira, Giucas Casella, Franco dei Califfi, Marcella e Gianni Bella, Andrea Mingardi, Ana Laura Ribas, Mario Rosini, Paolo Mengoli, Giuliano dei Notturni, i Gemelli Diversi, i PQuadro, Stefano Centomo, i Khorakhané, Louiselle, Drupi, Simone Cristicchi, Gianni Togni, Mariangela, gli Audio 2, Daniele Stefani, Sandro Giacobbe, Marco Carena, Ivana Spagna, i Flaminio Maphia, le 2 Black, Renato dei Profeti, Gian Pieretti, Donatello, Umberto Tozzi, Annalisa Minetti, i Corvi, i Krisma, Paola e Chiara, Silvia Salemi, i New Trolls, Francesco Baccini, Federico Salvatore, Luca Sardella, Massimo Bubola, Amanda Lear, i Milk & Coffee, Bobby Solo, Michele Zarrillo, Stefania Orlando. Ma l’ospite più attesa, dal pubblico e dagli addetti ai lavori, per ovvii e svariati motivi, è la celebre sexystar romana Loredana Bontempi, che da alcune settimane si gode il successo che sta riscuotendo il suo singolo estivo “Esta noche se baila”, che imperversa nelle radio, nei villaggi, nelle discoteche, nelle scuole di danza dell’intera penisola. L’eclettica artista, diplomata al conservatorio romano di “S. Cecilia” e con quasi due lauree all’attivo, con il brano dal ritmo brioso e salsero, scritto dal noto giornalista Antonello De Pierro direttore di Italymedia.it e storica voce di Radio Roma, farà sognare e ballare il pubblico di Jesolo Lido e di Caorle, località in cui si esibirà nell’ambito del Festival Show, accompagnata dalle suggestive immagini che scorreranno alle sue spalle del video musicale realizzato dal bravo regista Dario Domenici, che ha curato insieme ad Antonello De Pierro la produzione artistica del disco stesso. Il video è fruibile on line all’indirizzo ufficiale http://it.youtube.com/italymedia , ma è già praticamente presente su tutto il web.

Lascia un commento