Confidenziale 

Un uomo intelligente come me, si troverebbe spesso in imbarazzo senza la compagnia di una buona bottiglia e di un bel bicchiere mezzo colmo.
Adesso che l’ho scoperta, non faccio altro che ruminarla in continuazione.
(Giuliano F.)

Io quando alzo troppo il gomito, ho solo un problema, non riesco a utilizzare due bastoncini per far scoccare la scintilla per accendere il fuoco (per questo, credo di essere l’unico che riesce a far bollire l’acqua nella pentola e scuocere il riso). Devo ricordarmi che almeno uno dei due bastoncini che utilizzo, deve per forza essere un fiammifero.
Anche io l’ho scoperta e da quando l’ho scoperta, chiedo a tutti se la vogliono masticare per diventare milionari.
(Gerry S.)

da Repubblica.it

Una salvia contro il vizio del bere
I ratti alcolisti diventano astemi
di MATTEO TONELLI 
 
ROMA – Potrebbe venire dalla natura il rimedio per combattere l’alcolismo. Secondo alcuni ricercatori dell’istituto di neuroscienze del Cnr di Cagliari, le radici secche della Salvia Miltiorrhiza, potrebbero avere effetti benefici per chi è alle prese con l’alcolismo.

Gli studi, per adesso solo sui ratti acolisti, dimostrano infatti che che questa specie di salvia (una pianta originaria della Cina, che appartiene alla famiglia delle Labiatae da tempo largamente usate nella medicina popolare cinese per curare alcune malattie del sangue, le cardiopatie, le epatiti, le emorragie, i disturbi mestruali, l’edema e l’insonnia), riduce il consumo volontario di alcol. I ratti alcolisti, appartenenti ad un ceppo noto per la sua propensione al bere, sono stati trattati con estratti di salvia prima di consentire loro di bere nuovamente dopo un periodo di astinenza di sette giorni.

E i risultati sono stati incoraggianti. Gli estratti di Salvia hanno ritardato la voglia di bere nei ratti che erano stati precedentemente esposti all’alcol. Non solo. La salvia ha ridotto il consumo di alcol in ratti che ne avevano raggiunto un consumo stabile e, infine, sopprimevano l’aumento del consumo di alcol dopo un periodo di deprivazione’. Un aspetto, quest’ultimo, che è collegato alle ricadute dopo un periodo di astinenza. Spesso infatti gli alcolisti che cessano di bere per un determinato periodo, una volta che ricadono nel consumo, assumono grandi quantità di alcoool. Bene, nei ratti, questa "voglia" è ridotta dall’assunzione della salvia. L’estratto di salvia dunque potrebbe aiutare l’alcolista che, avendo deciso di smettere di bere, potrebbe apprezzare un bicchiere di vino senza sentire il bisogno di bere tutta la bottiglia. 

Per il momento, sono i ratti alcolisti a diventare astemi. Ma, visti i risultati, le prospettive sembrano incoraggianti anche per gli uomini. "Attualmente – dice Giancarlo Colombo – stiamo facendo le prove tossicologiche. Se saranno favorevoli potrà partire la sperimentazione".

 

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

33 thoughts on “

  1. Ma Sirchia lo sa? :PPP

    Senti, dove si acquista il biglietto per il pulman rosso qui sopra??? :)))****

  2. ciao PaTT! Buon anno! come va? Io ho un problemino col blog, non vedo più il contatore delle visite, che faccio?Baci

  3. che dici?…HIC….prima mi fanno imbriacare … HIC, hic….poi mi fanno masticare quella ‘cosa’…hic, hic, hic… MA IO NON SONO MICA UN UOMO!!!!!!!

  4. Ratti alcolisti? Non ci posso credere… e lo dico con un filo di tristezza… Un bacio caro Patti, buona serata. Flor

  5. mica è giusto punire soloo i fumatori, cominciamo a proibire il caffè se bevuto nei locali pubblici.solo a casa..di alcolici invece si puo abusare, vedi bush, basta metterlo nel sacchetto del pane..

  6. ehm… il contatore non funziona. non so cosa siano i cookies, i file temporanei e l’altra cosa che mi hai scritto… sono parecchio imbranata 🙁

  7. in fondo è sempre stata un ottimo dentifricio 🙂

    ciao Patt, un abbraccio grandissimo.

    (ti serve un po’ di salvia?)

  8. uhhhhhhhhhhhhh che belli i ratti alcolisti!!! Ne voglio uno! 😉 vorrei anche un bicchiere simile a quello della foto però…

  9. Grazie per la gif di adozioni a distanza: l’hai fatta tu? E’ molto bella.

    Buon fine settimana e tanti baciottoni-oni-oni*

  10. ciaoPat,

    scusa se ti rompo qui ma mi servirebbe un aiuto virtuale…

    ho visto molti bei blog che riescono ad inserire dei file audio come diavolo fanno???

    ciao ciao..

    con l’occasione ho letto anche il tuo blog… complimenti ! 😀

  11. ..E non riesco a schiodare, caro Patt, l’immagine dei topi bevuti. Quanta fantasia -sadica- anche nella sperimentazione.

    Io ho piantine di salvia, qui. A questo punto potrò somministrarle a mio fratello il sabato notte 🙂

    A presto. T

  12. grazie del commento…sei simpaticissimo!

    veradafne

    ( ma sai che i miei capelli sono un po’ così…)

  13. Pat,

    che palle ho capito il comando da inserire ma il mio problema è che non so come comprimere un file di 7 mb e passa … purtroppo altervista mi permette di inviare solo file di 1 mb… che faccio?

  14. ciao Patt, anche spostando il contatore nell’altra colonna non funziona… vabbe. buon week end!

  15. come faccio una settimana senza di te….vero che non posti nulla per una settimana…?

    dai che scherzo poi mi tiro in pari così mi faccio una mega ghignata!!!!!!!

    ;))))))

    bacio …..

  16. grazie, ma non riesco a sbaraazzarmi del passato, non c’è un altro modo per tornare a scirvere???

  17. L’alzamento del gomito è un’attività interessante. Lo stesso procedimento si fa per molte attività:

    bere

    fumare

    prendere un libro

    rispondere al cellulare

    appendere un quadro

    E’ chiaro che, una volta trovata la combinazione esatta, è facile anche comprendere il perchè di certe azioni subvuf.

    E gingo.

Lascia un commento