Il primo a chiedere notizie sulla sua salute è stato il Silvio’s nazionale. Dalla Villa di Arcore, ha digitato il numero privato del suo amico "nocciolina".
«Ehi amico Bush, ho saputo dell’incidente e mi sono preoccupato della tua salute. Hai rischiato di romperti l’osso del collo. Mi hanno informato che la tua faccia è tumefatta con vistosi segni in tutto il corpo. Per fortuna è andata così, poteva andarti peggio.
Consentimi amico caro, quando ho avuto la notizia da quelli di Striscia, ho convocato i miei collaboratori più fidati, praticamente quelli che erano di turno alle cucine: Fede e Apicella. Con loro, come sai, ho un rapporto diretto anche se fanno parte della servitù. Abbiamo cenato tutti inseme. A fine cena, Apicella era già pronto a improvvisare un pezzo alla chitarra e Fede era andato in sala trucco per sistemare al meglio "l’immagine-zerbino" delle sue notizie.
Ho interrotto i due e con un piccolo balzo mi sono alzato in piedi, sulla sedia, per farmi notare a mezzo busto dai miei amici di tavola. Poi, per sdrammatizzare, caro amico Bush, ho raccontato dell’incidente che ti è occorso, accompagnando il fatto con sonore risate.
Apicella e Fede, hanno ascoltato divertiti. Come al solito sono scoppiati in una contagiosa risata, applaudendo alla nuova "barzelletta" che di solito non faccio mai mancare a tavola.
Caro amico Bush, consentimi una fraterna risata, la tua caduta dalla bicicletta, anche se rovinosa è stata davvero divertente».
Bush l’ha mandato a quel paese è prima di abbassare la cornetta telefonica, si è messo a ridere fragorosamente. Silvio’s divertito ha detto a Bush: «Sempre il solito, hai capito la barzelletta della bicicletta a scoppio ritardato».
«No caro amico Silvio’s – ha ribattuto Bush -, ho capito in anticipo la barzelletta della tua caduta, quella che accadrà per colpa di un triciclo».

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

23 thoughts on “

  1. Beh, allora le fatture delle nostre fattucchiere a qualcosa son servite, Patt! Vorrà dire che intensificheremo la dose. Che ne dici : per l’infortunato andrebbe bene una bella degenza ospedaliera in un ospedale del sud italiano? 😀

  2. Beh, Patt potrebbe aver ascoltato un colloquio ( capita che i bambini sentano)..potrebbe essere rimasta orfana..come vedi le scelte sono tante: anche per questo adoro scrivere!

  3. si spera che almeno su questo Bush non si sbagli….

    comunicazione di sevizio: ho seguito le tue istruzioni e finalmente il mio pannello di controllo funziona di nuovo, grazie ancora!!!

  4. Va bene tutto, dalla fatture delle fattucchiere ai monopattini ai tricicli…purché pedali e vada lontano lontano:)
    Bacio a te Patt, m.

  5. Hai ragione Patt, sono andata a visitare il blog che mi hai indicato (www.maus.splinder.it) ed è molto divertente; ma il tuo non è certo da meno. Siete bravissimi; baciotto*, g.

    P.S. Come si fa a scrivere nei commenti con il carattere corsivo o in grassetto? Lo chiedo a te, esperto, quanto disponibile per queste “magie”…

  6. oggi ho ricevuto un e-mail (che conoscerai sicuramente). Un reporter vede Silvio a bordo della sua auto caduto in un fiume. La situazione è tragica: se scattasse delle foto potrebbe ricevere il Pulizer ma non aiutandolo lo farebbe morire sicuramente. Tu cosa faresti? pensaci bene. Le svilupperesti a colori o bianco e nero?? ;-)) BACIOTTI

  7. Scusami, Patt; mi sembrava di averlo chiuso il comando con quella barretta / che, penso, indichi chiusura, perdona i miei pasticci; baciotto*, g.

  8. oddio e come farà Silvio’s quando cadrà per colpa del triciclo… gli si rovinerà tutto il lifting!!! Un abbraccio, Patt

  9. Ciao Patt grazie!! sei sempre disponibilissimo!!!! come faremmo senza il tuo aiuto???? 🙂

Lascia un commento