Ragazzo di 22 anni, crea OneBeep, un software per inviare i dati del computer attraverso la radio (video)

Immaginate di ricevere e-mail e dati via radio, Vinny Lohan, un ragazzo di 22 anni, per l’India, ha sviluppato un software, che permette di fare proprio questo. La radio, raggiunge ogni angolo dell’India, quelle piccole sono a buon mercato e facilmente reperibili. Vinny Lohan, ha trovato un modo per inviare i dati del computer su onde radio normali. Egli ritiene che con la sua idea, in India, in un batter d’occhio, tutti potrebbero connettersi sulla rete. Ha detto:
«Tutti i computer usano nel loro interno un sistema elementare di registrazione binaria. Che si tratti di video o di testo o la musica, per il computer, sono numeri binari fatti di soli due cifre (zero e uno). Dato che è così, nel nostro team, ci siamo chiesti, se era possibile prendere il testo di un libro o un filmato di un video e convertirlo in musica e poi inviare i file sulle onde radio. La risposta è stata positiva, era possibile farlo.
Tutto ciò che serve è OneBeep, il software speciale che ho scritto insieme ai miei amici. Funziona in questo modo: l’emittente radiofonica, per inviare un file, sia esso video o testo, lo deve semplicemente selezionare e trascinare nel software. OneBeep converte i dati in un file audio, che poi è trasmesso via etere.

Gli ascoltatori possono collegare la radio a un computer portatile o un tablet PC a basso costo, utilizzando un normale jack per le cuffie. Il software OneBeep, installato sulle loro macchine, converte automaticamente i file audio in dati. E’ come avere l’e-mail tramite la radio».
Vinny, il CEO di OneBeep, spiega, nei dettagli:
«E’ simile a bit-torrent, il software quando si sta scaricando materiale, è abbastanza intelligente per sapere se qualcosa è in pausa e quando viene riavviato. Rompiamo i dati digitali in pacchetti. Il software converte l’audio in pacchetti di dati sul computer. Se il segnale è debole o la batteria è scarica, quando si riavvia, riprende a scaricare dal punto in cui è stato interrotto».
Vinny e il suo team, nel 2010, ha vinto il terzo premio Imagine Cup Microsoft, un concorso a livello mondiale per gli innovatori tecnologici.
L’idea OneBeep, è in fase di miglioramento, ha ancora alcuni inconvenienti, prima di tutto, è lento. L’invio di soli 2 MB di dati può richiedere fino a 40 minuti. In secondo luogo, la stessa idea non è nuova. I radioamatori dal 1970 hanno utilizzato un software simile. In terzo luogo, potrebbe essere oggetto di abuso da parte di terroristi.Vinny pensa che questa situazione è sicura:
«Ogni trasmissione in radio frequenza ha bisogno di una licenza governativa. La maggior parte dei trasmettitori amatoriali hanno una portata di 20-30 metri, qualsiasi apparato radio che trasmette con più potenza può essere facilmente rintracciato dall’esercito».
L’idea di Vinny, è così semplice e facilmente adattabile. I bambini della scuola rurale possono utilizzare OneBeep, per scaricare le lezioni durante la notte.
L’India, presto adotterà il Digital Radio Mondiale, una nuova tecnologia che, oltre ad un grande suono, offre il trasferimento di file alla radio (questo avverrà a pochi anni di distanza).
OneBeep, già funziona, Vinny lo vuole offrire gratuitamente sul web. Vuole dare il via a una piccola rivoluzione, per far assaporare all’India rurale un assaggio di Internet via radio.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

2 thoughts on “Ragazzo di 22 anni, crea OneBeep, un software per inviare i dati del computer attraverso la radio (video)

  1. Commento di User

    Non è che sia proprio una novità: già più di venti anni fà il leggendario Commodore 64 memorizzava i dati su normali musicassette, convertendo i dati digitali in suoni (la registrazione, se riascoltata su un normale registratore a cassette, era udibile sotto forma di fischi e ronzii). Il nostro amico non ha fatto altro che rispolverare questa tecnica utilizzando la trasmissione dei suoni via segnali radio fm.

  2. Il sistema anti-spam, ha bloccato il tuo commento (e-mail, inesistente).

    User, in effetti non è una novità, nell’articolo si parla di un sistema simile, un software, utilizzato dai radioamatori dal 1970. :-).

Lascia un commento