Padre offre 200 dollari alla figlia per chiudere Facebook

Rachel Baier, quattordici anni, studentessa al liceo di Wellesley, Massachusetts, ha sottoscritto un accordo con suo padre, riceverà 200 dollari se nell’arco di cinque mesi (dal 4 febbraio al 26 giugno 2013), non utilizzerà il popolare social network. In caso di successo, la ragazza riceverà i primi cinquanta dollari nel mese di aprire e altri centocinquanta dollari nel mese di giugno.
Paul Baier è il padre di Rachel, per avere garanzie all’adempimento del contratto firmato, su idea della figlia, ha ricevuto la password, l’ha modificata per impedire la riattivazione di Facebook.
Paul Baier è il vice presidente di una società di Boston, tratta tecnologia energetica e sostenibilità. Ha pubblicato sul suo blog “Practical Sustainability” una foto del contratto firmato (vedi immagine). Ha detto:
«L’idea è stata di mia figlia, vuole guadagnare soldi, mi ha detto che Facebook è una distrazione ma a volte è una  perdita di tempo. Ha in programma di ritornare sul social al termine dei cinque mesi».
La pausa da Facebook per un periodo di cinque mesi potrebbe essere utile per l’adolescente. Studi recenti hanno dimostrato che Facebook può avere un effetto negativo sulle persone con bassa autostima. Hanno anche suggerito che il servizio può farci troppo autoindulgenti.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento