Facebook ha citato in giudizio gli spammer, risarcita per quasi 2 miliardi di dollari

Facebook è in costante lotta contro gli spammer che cercano di approfittare della sua rete, li combatte in modi diversi, portandoli anche in tribunale. Ha detto che ha ottenuto quasi due miliardi di dollari in cause legali. In un post sul blog ha scritto:
«Utilizziamo questi canali quando possibile per ricordare agli aspiranti delinquenti che lotteremo sempre per evitare abusi sulla piattaforma».
Facebook in particolare sembra essere focalizzata contro gli spammer che in genere vendono falsi “Mi piace” alle imprese interessate ad aumentare la loro popolarità. Ha spiegato nel suo post che i suoi strumenti in genere rendono inefficace questa pratica, in realtà l’acquisto di “Mi Piace” per una pagina business farà più male che bene.
Facebook ultimamente è impegnata in una specie di crociata per migliorare il contenuto visualizzato dagli utenti, ha automatizzato i suoi sistemi per la rilevazione e rimozione di falsi “Mi piace”.
Il fenomeno dei falsi “Mi piace” è stato oggetto d’inchiesta di Channel 4 nella trasmissione Dispatches; i giornalisti inglesi si sono spinti sino in Bangladesh, trovando riscontri sul fatto che in quel Paese il “Mi piace” è diventata una vera e propria industria nella quale sono coinvolte circa ventimila persone. Per una paga di 12 dollari il mese il “personale” ha il compito non solo di creare falsi profili, ma tramite questi iniziare l’opera di gradimento on line, visitando i social più diffusi, ma anche Youtube, Google Plus, e tutte quelle piattaforme dove un pollice alzato segna la possibilità di aumentare il numero di coloro che diventano sostenitori. Per dimostrare la bontà della propria ricerca i giornalisti di Dispatches hanno creato una pagina Facebook sulle zucchine “trascurate”, e grazie a un pacchetto di 600 “Mi piace” hanno avuto un riscontro immediato e pubblico sul fatto che le zucchine erano oggetto di interesse per il pubblico del social network.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento