La statua di Marisa Papen indigna nuovamente i cattolici

Marisa Papen afferma di non opporsi alla fede e alla religione, insistendo sul fatto che il suo obiettivo è di aiutare le persone di tutto il mondo a “liberarsi dal loro imprigionamento mentale”. Tuttavia, un gran numero di cattolici ha giudicato irrispettose le sue audaci foto, sono diventate parte di una collezione di stampe d’arte, con alcuni pezzi che costano 22.800 dollari.
Marisa Papen nasce come modella, è stata incoronata Miss January da Playboy Germany nel 2017, collabora con il Contemporary Art Store di Frank Rose: il negozio ha messo in vendita al prezzo di 69,99 euro un’edizione limitata di statue “Ave Marisa”, sculture alte 20 centimetri di Marisa Papen nuda, imita la Vergine Maria che tiene in braccio un Gesù bambino nero.
La scultura “Ave Marisa” fa parte di Fxckrlgn, una raccolta di stampe a tema religioso, presenta Marisa Papen incessantemente nuda. Le opere più care costano 20.000 euro, mostrano Marisa Papen che trascina un crocifisso a grandezza d’uomo in una via del Vaticano e seduta su una pila di Bibbie in Piazza San Pietro.
La modella in precedenza aveva posato nuda al Muro del Pianto a Gerusalemme. L’iniziativa, come prevedibile, non è stata apprezzata dai rappresentanti religiosi israeliani. Il rabbino del Muro del Pianto, Shmuel Rabinovic, ha commentato: «Episodio grave e riprovevole. Sono stati violati la santità del posto e i sentimenti dei fedeli».
Il portavoce del negozio Frank Rose a The Mirror ha detto:
«Penso che chiunque abbia la capacità di capire l’arte e il suo messaggio può comprendere perché tutto questo concetto è così speciale e di livello superiore. C’è un enorme imprevedibile rischio legato a ogni singolo quadro».
La tendenza di Marisa Papen di mostrarsi nuda nel nome dell’arte l’ha trascinata nei guai in numerose occasioni. La ventiseienne modella belga e il suo fotografo sono stati arrestati e interrogati lo scorso dicembre durante il servizio fotografico, sono stati rilasciati dopo che la polizia del Vaticano ha preso le loro foto segnaletiche e impronte digitali.
Marisa Papen in un altro episodio simile, è stata colta nuda al tempio di Luxor in Egitto, ha trascorso 24 ore in prigione. L’arresto non ha intaccato la sua creatività, in seguito ha posato nuda a Hagia Sophia, un’ex cattedrale e moschea di Istanbul, oggi museo.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →