La placenta di un bambino potrebbe aiutare a rilevare l’autismo al momento della nascita

I ricercatori della Yale University’s School of Medicine e della University of California stanno testando la teoria che le anomalie rilevate nella placenta di un neonato sono un indicatore del rischio di un bambino di sviluppare l’autismoGli scienziati, come riporta Inquisitr, finora hanno esaminato le placente di 217 neonati, hanno scoperto che molte avevano pieghe anomale.
E’ interessante notare che queste insolite placente sono di bambini le cui storie mediche hanno indicato che erano più propensi a soffrire di autismo. I ricercatori ora vogliono monitorarli nel corso dei prossimi due anni, per vedere se coloro che sono nati con la placenta insolita, svilupperanno l’autismo: in questo caso sperano di essere in grado di utilizzare questa informazione per sviluppare test che permetterà ai medici di individuare l’autismo poco dopo la nascita di un bambino.
L’autismo comprende una serie di disabilità dello sviluppo, classificati come disturbi dello spettro autistico. I disturbi comprendono il disturbo autistico, la sindrome di Asperger, e alcune forme di disturbo pervasivo dello sviluppo. I bambini sono generalmente diagnosticati con autismo prima dei tre anni. I sintomi di solito iniziano tra i diciotto e i ventiquattro mesi. L’autismo ha molti sintomi che possono variare in gravità. La maggior parte di bambini autistici evita il contatto, sono difficili da coinvolgere, mostrano reazioni insolite allo stimolo.
L’autismo come riportato dai Centers for Disease Control, può essere difficile da diagnosticare, i medici spesso devono osservare lo sviluppo e il comportamento del bambino per mesi o addirittura anni.
Il dott. Harvey J. Kliman del gruppo di ricerca ha detto:
«Il cervello alla nascita è completamente informe. La diagnosi precoce consentirà agli terapeuti di lavorare con i bambini mentre sviluppano il loro comportamento e le abilità sociali. L’autismo è un’esperienza diversa per ogni famiglia, le placente possono contribuire a rilevare precocemente l’autismo, offrendo più opzioni di trattamento».

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →