Israele elimina l’apparato genitale femminile dai libri di testo

Elissa Strauss, ha scritto:
«In Israele gli ebrei religiosi nella loro ricerca in corso per cancellare tutti i segni di donne dalla vita pubblica, hanno deciso che il sistema riproduttivo femminile è osceno e deve essere rimosso dai loro libri di scienze.
Haaretz il principale sito web al mondo in lingua inglese per le notizie e l’analisi di Israele e il Medio Oriente, ha scritto:
“Il Ministero dell’Istruzione ha chiesto agli editori di libri di testo di eliminare dai libri di scienze usati nelle scuole medie religiose, così come dai manuali degli insegnanti, i capitoli sulla riproduzione umana, la prevenzione della gravidanza e le malattie sessualmente trasmissibili“.
Apparentemente diversi editori hanno già apportato le modifiche, i libri di testo per essere omologati sono in viaggio verso il Ministero. Se queste nuove versioni saranno approvate, per duecentomila studenti sarà la prima volta che utilizzeranno un diverso set di libri di scienza. Molti studenti religiosi senza quei capitoli sulla riproduzione, da un punto di vista scientifico perderanno la possibilità di conoscere gli uccelli e le api, salvo che al liceo non scelgano biologia come materia di studio.
L’articolo non fornisce citazioni dirette o spiegazioni da parte di chi ha chiesto queste revisioni, è lecito ritenere che si tratti di tutte quelle nozioni piuttosto scivolose che riguarda il pudore femminile, diventato un punto di ossessione per gli ultra-ortodossi. A quanto pare, non potendo fermarsi all’esterno del corpo delle donne, ora sono andati oltre.
Ma davvero qualcuno trova così scandalosi un disegno di un utero e un paio di ovaie? Così come i cicli mestruali mensili, le malattie sessualmente trasmissibili, il discorso sulle infezioni da Clamidia e i preliminari di qualcuno?
Ecco una sezione che hanno rimosso:
“Ogni mese (durante il periodo di fertilità della donna), uno dei suoi ovuli (le cellule uovo), matura e viene rilasciato dall’ovaio. Questa fase si chiama ovulazione … Solo se una cellula di sperma raggiunge la tuba di Falloppio in quei giorni, si verificherà la fecondazione“.
Gli insegnanti di religione eliminando queste informazioni, non solo daranno un messaggio che tutto ciò che riguarda l’anatomia femminile è vergognoso, ma metteranno a rischio i loro adolescenti, ragazzi e ragazze.
Che cosa potrà accadere quando un’enorme popolazione di giovani adulti, senza alcuna consapevolezza delle funzioni di base del sistema di riproduzione umana, farà incontrare un pene e una vagina? E’ qualcosa da temere».

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →