Incredibile storia di Sanju Bhagat, l’uomo incinto, per 36 anni ha portato in grembo il corpicino del fratello

 Riuscite ad immaginare di avere una persona che cresce all’interno del vostro corpo? Forse vi sembrerà incredibile, ma questo accade veramente

  

Il 23 agosto del 2006, ABC News ha reso pubblica la storia di Sanju Bhagat, 36enne, contadino del villaggio di Nagpur, in India. Sanju Bhagat, ha vissuto tutta la sua vita, con un enorme rigonfiamento dell’addome.
Gli abitanti del villaggio lo schernivano affermando che sembrava fosse incinto, una presa in giro molto vicino alla verità. Bhagat, caso raro ma non unico in medicina, portava in grembo il feto di suo fratello, una rarissima anomalia che si verifica quando un feto viene intrappolato all’interno del suo gemello, conosciuta come “
Fetus in fetu“. Le condizioni si manifestano in gravidanza, quando un gemello cresce all’interno del suo fratello e sopravvive, come un parassita, sfruttando il cordone ombelicale. In tutto il mondo, sono stati segnalati 90 casi. Per qualche strano motivo, i soggetti maschi, più delle femmine, hanno il doppio delle probabilità di manifestare il raro fenomeno.
La condizione del “Fetus in Fetu”, si forma all’inizio dello sviluppo di un embrione, quando è solo una massa cellulare chiamata
blastocisti. A volte la blastocisti cresce e si scinde in due feti. In questa rara condizione i due feti si dividono in maniera irregolare con una massa cellulare che resta prigioniera all’interno delle altre. Il più delle volte questa condizione  è “fatale” per entrambi i gemelli: solo in rare occasioni uno o entrambi i feti riescono a sopravvivere. In caso favorevole, il gemello parassita cresce in modo abnorme con gravi disagi per chi lo porta in grembo.  
Sanju Bhaga, iniziò ad avere problemi di respirazione, perché la “massa” spingeva  ►►

contro il suo diaframma, il muscolo che controlla la respirazione.
 Era il giugno del 1999, Bhaga, in tutta fretta fu portato al “Tata Memorial Hospital” di Mumbai, per un intervento chirurgico d’emergenza.
La sorpresa dei chirurghi fu enorme, pensavano di intervenire su un soggetto con un grande tumore allo stomaco, invece inorridirono nel trovare un’imprevista sorpresa….
Un anonimo medico intervistato da ABC News ha raccontato ciò che vide quel giorno in sala operatoria:
“[Il chirurgo] dopo aver infilato una mano all’interno dell’addome, al posto della massa tumorale, toccò tante ossa. Tirò fuori, un arto, una parte di genitali, un po’ di capelli, altre ossa, anche le mascelle”.
La storia riportata da ABC News, riferisce che le unghie del corpo fetale erano abbastanza lunghe, segno che il corpicino gemello trovato all’interno dell’addome è rimasto in vita per qualche tempo dopo la nascita di Bhagat.
L’intervento chirurgico è stato provvidenziale, ha permesso a Bhagat di riprendere a respirare normalmente e, di far “sparire” la sua enorme pancia. Ciò non è bastato per far cambiare parere agli abitanti del villaggio, a detta di Bhagat, continuano a prenderlo in giro, indicandolo come ” l’uomo incinto”.

Per chi vuole approfondire, qui c’è un link ad un caso di studio di due persone con “Fetus in fetu”, pubblicato su “Radiology” edizione marzo 2000. Sono immagini veramente interessanti che mostrano come il gemello cresce nel fratello.
Liberamente tradotto da
Scienceline 

, , , , , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

8 thoughts on “Incredibile storia di Sanju Bhagat, l’uomo incinto, per 36 anni ha portato in grembo il corpicino del fratello

  1. avevo già visto storie del genere in un episodio di X-Files e in uno di Dylan Dog e devo dire che non è nemmeno il peggio che può accadere

  2. Di un caso del genere vidi le foto su un testo di anatomia patologica. Mi pare che il termine corretto fosse “gemello parassita”. Nelle immagini ricordo un corpicino incartapecorito con lunghissimi capelli. Praticamente mummificato.

  3. il mio papa, adesso 73enne, all’eta di 22 anni ha avuto gravi problemi respiratori. Pensavano fosse un tumore ed invece al momento dell’operazione hanno trovato una massa pelosa tra il cuore ed i polmoni.

    Nn pensavo che il mio babbo fosse una rarita da annoverare tra i 90 casi…diciamo “fortunati”

  4. credibilissimo, sono casi rarissimi ,ma è sucesso ad una mia conoscente operata a 19 anni,praticamente il suo gemello mai nato

Lascia un commento