I ricercatori polacchi hanno inventato un cannone sonoro anti-smog

Gli scienziati in una battaglia contro lo smog costante della Polonia, stanno testando un nuovo “cannone” che utilizza le onde sonore per spingere le particelle tossiche più in alto nell’atmosfera per consentire ai residenti di respirare.
Installato sopra un contenitore di metallo, il dispositivo sperimentale è costituito da un grande cono capovolto che emette un forte suono ogni sei secondi (vedi immagine). Lo scopo è quello di allontanare lo smog da Kalwaria Zebrzydowska, ogni inverno, come molte città polacche, deve affrontare il problema quando i residenti accendono i sistemi di riscaldamento altamente inquinanti. Al tramonto, un pesante smog scende sulla città mentre le ciminiere emettono un fumo denso.
La Polonia è uno dei paesi più inquinati d’Europa, violando le norme dell’UE di centinaia di punti percentuali nei periodi peggiori dell’anno. I ricercatori hanno affermato che il “cannone” attraverso la creazione di onde sonore, aiuta a ridurre la concentrazione di polveri sottili (Pm2,5 e Pm10) nell’aria della città.
Dominik Grybos dell’Accademia delle miniere e della metallurgia di Cracovia, uno degli inventori, ha affermato:
«Stiamo utilizzando un’onda d’urto verticale creata dalla combustione di acetilene e aria. L’onda proietta l’aria inquinata più in alto, le particelle tossiche vengono inviate a diverse centinaia di metri più in alto, rendendole innocue per i residenti. Abbiamo scoperto che se utilizziamo il cannone per un tempo compreso tra mezz’ora e un’ora, l’inquinamento si riduce del 15-30 percento entro un perimetro di due-tre chilometri dal cannone, gli effetti durano da una a tre ore. Spero che l’invenzione possa trovare un uso commerciale, in particolare in Polonia».
I ricercatori stanno cercando di calcolare la frequenza richiesta delle esplosioni, nonché la durata e il tempo necessari per l’intera procedura. Il prezzo per un’ora di utilizzo è stimato a 220 – 330 euro.
I residenti di Kalwaria Zebrzydowska sono ampiamente favorevoli all’idea nonostante il suono. Jolanta Walkowicz, una contabile di 43 anni, ha detto:
«Lo smog è molto pesante qui, non possiamo arieggiare i nostri appartamenti perché c’è molta puzza, quindi, se può aiutare, che facciano i test. Riusciamo a malapena a sentire il suono, è come se scoppiassero i fuochi d’artificio».

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →