La Cina per fronteggiare lo smog utilizzerà il supercomputer più veloce del mondo

Lo smog in Cina è dilagante, considerando che un aggiornato PC Gateway del 1999 probabilmente in molte parti del mondo può svolgere un buon lavoro di calcolo, la Cina nella sua drastica situazione ha dovuto far ricorso a una macchina più potente, un supercomputer in grado di creare un accurato modello predittivo sulle prossime città cinesi che saranno soffocate dallo smog.
Xinhua News Agency ha riferito che Tianhe-1A il supercomputer cinese, nel 2011 classificato il più veloce al mondo (l’attuale supercomputer numero uno in classifica, in realtà è il Tianhe-2, fratellino di Tianhe-1A), sarà utilizzato per prevedere e analizzare i giorni di smog nelle grandi città.
Gli scienziati con il supercomputer potranno creare con i dati una simulazione per le 114 città monitorate per prevedere i giorni di smog, le zone maggiormente colpite, il numero delle persone costrette a ricorrere alle cure mediche per gola, polmoni e occhi irritati. Il progetto è una collaborazione tra l’Accademia Cinese delle Scienze meteorologiche e il Centro Meteorologico Nazionale.
La decisione di utilizzare Tianhe-1A per valutare l’impatto dell’inquinamento è arrivata dopo che Shanghai ha sperimentato alti livelli di smog più di venti volte superiore rispetto al massimo classificato come “sicuro”.
Gli abitanti di Pechino quando indossano le maschere fingono di essere personaggi di un film post apocalittico, ormai sono ampiamente abituati a convivere con tali elevati livelli d’inquinamento.
I residenti di Shanghai vogliono utilizzare il supercomputer per capire da dove cazzo proviene quel terribile smog. Ironicamente (non posso interpretarlo in altro modo), secondo l’emittente televisiva statale del paese, gli abitanti chiaramente non hanno studiato l’ultimo rapporto dei media statali che descrive i numerosi vantaggi dell’elevato livello di smog: unisce il popolo contro un nemico comune, li rende più simili, aumenta la loro consapevolezza, insegna loro la scienza, e li rende anche più divertenti.
Nonostante le misure proposte per arginare lo smog (limitazione del numero di automobili sulla strada; interruzione della produzione in grandi fabbriche inquinanti; installazione di giganteschi aspirapolvere elettromagnetici), molti scienziati dicono che la Cina ha davanti a se altri dieci o venti anni, prima che possa risolvere il suo problema d’inquinamento.
L’ultima divertente soluzione per superare il problema dello smog, è venuta in mente a quelli di Tech in Asia (una startup di notizie di tecnologia on-line), hanno proposto di utilizzare il rover “Coniglio di giada” per trasferire la popolazione dalla provincia della Cina, alla Luna.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento