Gli scienziati vogliono creare un’Arca di Noè per proteggere e preservare i batteri buoni di tutto il mondo

Gli scienziati per le future generazioni desiderano conservare il microbiota umano, i batteri buoni che aiutano a regolare la salute umana. La proposta “Arca di Noè” è stata pubblicata sulla rivista Science.

Salvataggio di batteri buoni
Studi precedenti hanno evidenziato il ruolo che la raccolta di batteri buoni svolge per mantenere una persona sana e felice. Gli esperti imputano il forte aumento dei casi di diabete, asma, allergie e obesità al declino del microbiota (batteri, virus, funghi, ecc. che vivono nel corpo umano).
Gli scienziati per preservare il microbiota, hanno proposto una specie di “Arca di Noè”, raccoglierà tutta questa vita microscopica da persone di tutto il mondo, comprese quelle che non sono state “contaminate” dalla società moderna.
Maria Gloria Dominguez-Bello, docente della Rutgers University-New Brunswick, autrice dello studio, ha detto:
«Stiamo affrontando una crescente crisi sanitaria globale, richiede di prendere e preservare la diversità del microbiota umano ancora esistente. Nel giro di poche generazioni, abbiamo assistito a un’incredibile perdita di diversità microbica legata a un picco mondiale di disordini immunitari e di altro tipo».
Le persone che vivono in città hanno già perso una parte della loro diversità microbiota a causa di diversi fattori, tra cui gli antibiotici e la cattiva alimentazione: per fare un confronto, la flora intestinale degli americani è solo la metà di quella di chi vive in villaggi isolati dell’Amazzonia.
I ricercatori per quanto riguarda la sua importanza per il futuro della razza umana stanno già confrontando la gravità della perdita microbica globale a causa del cambiamento climatico. Essi sperano che, un giorno, il caveau (una specie di Arca di Noè) dove è conservato il microbiota, sarà utile per la completa eliminazione di condizioni di salute come l’obesità attraverso la reintroduzione di batteri buoni perduti nel corpo umano.

Come si può fare?
L’Arca di Noè dedicata a preservare la diversità del microbiota sarà un grande impegno globale. Gli scienziati per creare un archivio completo, dovrebbero recuperare i microbi dalle popolazioni non contaminate dalle urbanizzazioni, come quelle che vivono in villaggi remoti dell’America Latina e dell’Africa.
Il caveau del microbiota (simile alla Svalbard Seed Bank che si trova in Norvegia, ha la funzione di fornire una rete di sicurezza contro la perdita botanica accidentale del “patrimonio genetico tradizionale” delle sementi) sarà ospitato in un luogo isolato e autonomo, al sicuro da interventi politici o calamità naturali e disastri causati dall’uomo. Maria Gloria Dominguez-Bello sta considerando la Norvegia o la Svizzera.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →