Creati in laboratorio, impariamo a conoscere gli additivi chimici presenti nel nostro cibo

Top 15 chemical additives in your food. Producers use any of 14,000 laboratory-made additives to make our food appear fresher, more attractive or last longer on the shelf

Some experts recommend avoiding foods listing more than five or six ingredients or ingredients of longer than three syllables and purchasing foods that contain such natural additives as fruits and vegetables.
Our list of the top 15 chemical additives and their possible side effects will help decipher ingredient lists at your supermarket.

Methylcyclopropene
This gas is pumped into crates of apples to stop them from producing ethylene, the natural hormone that ripens fruit. Commonly known as SmartFresh, this chemical preserves apples for up to a year and bananas up to a month. Sulphur dioxide serves the same purpose when sprayed on grapes.

Astaxanthin
Almost 90-percent of salmon sold in supermarkets today come from farms. The diet of farmed salmon doesn’t include crustaceans, which contains a natural astaxanthin that causes pink flesh in wild salmon. As a result, producers add astaxanthin to farm-salmon diets for that fresh-from-the-water appearance. Astaxanthin is manufactured from coal tar. Full text
________________
Italian version
Creati in laboratorio, impariamo a conoscere gli additivi chimici presenti nel nostro cibo

Il nostro cibo non deve avere solo un buon sapore ma anche un bell’aspetto. I produttori dell’industria alimentare come risultato, utilizzano uno o più dei 14.000 additivi creati in laboratorio per far apparire il nostro cibo più fresco, più attraente o durare più a lungo sullo scaffale. E’ per questo che noi, più i produttori utilizzano questi additivi, più dobbiamo imparare a conoscerne l’impatto che hanno sulla nostra salute.
Gli additivi non sono tutti uguali, alcuni sono innocui mentre altri, in alcune persone, provocano di tutto: orticaria, asma, nausea, mal di testa.
La nostra lista degli additivi chimici e i loro possibili effetti collaterali, vi aiuterà a decifrare la lista degli ingredienti dei generi acquistati nel vostro supermercato.

Metilciclopropene
Questo gas è pompato nelle celle di conservazione delle mele per impedire la produzione di etilene, l’ormone naturale che matura i frutti. Comunemente noto come Smart Fresh, questa sostanza chimica conserva le mele fino a un anno e le banane fino a un mese.
Il biossido di zolfo serve allo stesso scopo, quando è spruzzato sulle uve.

Colori artificiali
I ricercatori all’inizio del Novecento hanno sviluppato molti colori artificiali dalle tinture e dai petrochimici del catrame minerale. Nel corso degli anni, la FDA ha vietato molti di questi prodotti chimici valutati come agenti cancerogeni.
Oggi la FDA permette soltanto 10 colori per gli alimenti, di cui quattro limitati agli usi specifici.
La limitazione suggerisce che restano alcuni rischi, per maggiori informazioni verificare nel sito web della FDA, nella sezione degli additivi di colore

Condimento artificiale
Questo termine si riferisce in generale a centinaia di sostanze chimiche prodotte in laboratorio in grado di imitare i sapori naturali. Ad esempio, alcune imitazioni degli aromi di vaniglia sono fatte con prodotti derivati dal petrolio o elementi di scarto delle cartiere.
In realtà, un condimento unico artificiale può essere creato da centinaia di singoli prodotti chimici.
Nuovi studi suggeriscono che gli additivi artificiali aromatizzanti possono causare cambiamenti nel comportamento.

Aspartame
Dolcificante artificiale utilizzato come sostituto dello zucchero è presente in molti alimenti e bevande.
A causa della presenza di fenilalanina, uno dei due amminoacidi dell’aspartame, non è raccomandato per le donne incinte (un bambino su 20.000 nasce senza la capacità di metabolizzare la fenilalanina).
Anche se è approvato dalla Food USA and Drug Administration e altre autorità di regolamentazione nel mondo, la sua sicurezza anche per chi non ha la malattia rimane controversa.

Astaxantina
Quasi il 90 per cento di salmone venduto nei supermercati proviene da allevamenti.
La dieta del salmone d’allevamento non comprende i crostacei, questi consentono la naturale produzione dell’astaxantina, un pigmento rosso che rende tipicamente color rosa la carne del salmone selvatico.
I produttori nelle vasche dall’allevamento dei salmoni aggiungono l’astaxantina sintetico, derivato dal catrame di carbone, una combinazione di composti derivati da sottoprodotti del carbone.

Acido benzoico / Benzoato di sodio
Conservanti, spesso aggiunti al latte e ai prodotti a base di carne, sono utilizzati in molti alimenti, comprese le bevande, prodotti a basso contenuto di zucchero, cereali e carni.
Temporaneamente inibiscono il corretto funzionamento degli enzimi digestivi, nei bambini causano mal di testa, disturbi di stomaco, attacchi di asma e iperattività.

Butilidrossianisolo (BHA) e Butilidrossitoluolo (BHT)
Antiossidanti sintetici aggiunti agli alimenti con presenza di grassi per ritardare l’irrancidimento, comunemente presenti nei cracker, cereali, salumi, carne secca e altri cibi con grassi aggiunti.
La World Health Organization’s, International Agency for Research on Cancer, ritiene il BHA un possibile agente cancerogeno.

Cantaxantina
I tuorli d’uovo non sempre escono color giallo dorato, così i produttori utilizzano questo pigmento nei mangimi delle galline per rendere le uova più appetibili.
I test hanno mostrato che l’utilizzo di una maggiore quantità di cantaxantina può causare danni alla retina.

Emulsionanti
Ottenuto da grassi vegetali, glicerolo e acidi organici, permette a prodotti liquidi come l’olio e l’acqua di combinarsi senza problemi.
Molti prodotti contengono gli emulsionanti: burro, margarina, condimenti per insalata, maionese e gelati. Emulsionanti utilizzati nei prodotti alimentari, comprendono agar, albumina, alginati, caseina, tuorlo d’uovo, glicerolo monostearato, gomme xanthan, muschio irlandese, lecitina e saponi.

Fruttosio sciroppo di mais
Dolcificante onnipresente aiuta a mantenere l’umidità per conservare la freschezza. Un po’ di fruttosio non è un problema, sorprendente è l’enorme quantità "nascosta" negli alimenti.
Il consumo di grandi quantità è causa di malattie del cuore, eccesso di colesterolo o di trigliceridi nel sangue, fattore di rischio cardiovascolare, accelera il processo d’invecchiamento.

Glutammato monosodico (MSG)
Destò molto clamore quando si venne a sapere che il glutammato monosodico era normalmente utilizzato nei ristoranti cinesi, aggiunto agli alimenti come esaltatore di sapidità. Abbiamo poi appreso che il MSG è stato trovato in molti altri prodotti trasformati, come i condimenti per insalate, brodi e patatine snack.
Alcuni studi indicano che il MSG può causare mal di testa e una sensazione di bruciore al collo e  avambracci.

Olestra
E’ utilizzata come surrogato di grassi e oli nell’industria alimentare. La Food and Drug Administration (FDA), ha approvato questo grasso sintetico per l’utilizzo alimentare, anche se molte obiezioni sono arrivate dai ricercatori, preoccupati per la proprietà dell’Olestra in grado di inibire la capacità di assorbire le vitamine presenti nella frutta e verdura, utili per ridurre il rischio di cancro e malattie cardiache.
, , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

4 thoughts on “Creati in laboratorio, impariamo a conoscere gli additivi chimici presenti nel nostro cibo

Lascia un commento