Virgin Galactic ha siglato un accordo per uno spazioporto in Italia per i futuri voli turistici nello spazio

Virgin Galactic ha presentato i programmi per lanciare i suoi voli suborbitali da uno spazioporto in Italia. L’azienda ha siglato un accordo con Sitael, la principale società privata italiana del settore spaziale, e con Altec, una società pubblico-privata di proprietà dell’Agenzia Spaziale Italiana e di Thales Alenia Space.
L’accordo arriva dopo due anni di trattative commerciali, analisi delle normative governative, studi sulle potenziali operazioni e valutazioni di mercato.
Nicola Zaccheo, CEO di Sitael, Vincenzo Giorgio, CEO di Altec e George Whitesides, CEO di Virgin Galactic, hanno firmato presso la sede di Sitael un accordo quadro che intende portare in Italia i voli spaziali Virgin Galactic. La firma è stata testimoniata da Richard Branson fondatore di Virgin Galactic.
I voli a bordo della navicella spaziale SpaceShipTwo VSS Unity, oltre al turismo spaziale (i turisti spaziali al prezzo di 250.000 dollari, potranno sperimentare diversi minuti di assenza di gravità mentre osserveranno la curvatura terrestre che si staglia contro l’oscurità dello spazio), saranno utilizzati come piattaforma scientifica per la ricerca spaziale di partner commerciali come l’Agenzia Spaziale Italiana. Si spera che questo duplice uso possa trainare l’innovazione nel settore spaziale italiano e stimolare lo sviluppo industriale.
Richard Branson ha detto:
«L’Italia dal Rinascimento alla moderna scienza spaziale, è da sempre la patria naturale dei grandi innovatori e delle idee rivoluzionarie che hanno plasmato l’esperienza umana.
Credo che la lungimiranza dell’Italia che ha portato a questa collaborazione con le nostre società spaziali Virgin, ci darà un vero e proprio impulso nel nostro sforzo di aprire lo spazio a beneficio della vita sulla Terra.
La partnership consentirà a Virgin Galactic di lanciare dal suolo italiano il primo turista spaziale. Insieme contribuiremo ad ampliare le opportunità per la scienza, l’industria e milioni di persone che sognano di sperimentare lo spazio in prima persona».
L’Enac all’inizio di quest’anno, a seguito di un’approfondita analisi delle potenziali ubicazioni, ha designato l’Aeroporto di Taranto-Grottaglie come futura sede in Italia per i voli spaziali orizzontali.
Virgin Galactic nell’aprile 2018 tre anni dopo un incidente mortale che ha coinvolto una versione precedente della navicella (un disastro che ha rallentato i piani della compagnia), ha completato con successo il suo primo volo supersonico a razzo con la SpaceShipTwo.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →