Una larva mangia plastica potrebbe essere una soluzione al problema globale dei rifiuti plastici

Ogni anno, centinaia di tonnellate di plastica sono scartate in tutto il mondo, mettendo in pericolo innumerevoli ecosistemi del nostro pianeta. Negli Stati Uniti, per esempio, annualmente è riciclato solo il 10% di plastica, il resto finisce in discarica, in mare o nell’ambiente. Ecco perché un gruppo di ricercatori della Stanford University in California, e la Beihang University in Cina, guidati da Wei-Min Wu co-autore della ricerca, ha presentato uno studio che potrà dare una soluzione futura per risolvere il grande problema dell’inquinamento da sostanze contenute nella plastica, materiale che richiede centinaia di anni per decomporsi.
La chiave è una piccola larva conosciuta come verme della farina (Tenebrio Molitor). I ricercatori nello studio, hanno allevato cento vermi con una dieta giornaliera composta tra i 34 e 39 milligrammi di polistirolo (una plastica non biodegradabile), in un test di sedici giorni il 47,7% del polistirolo ingerito è stato convertito in biossido di carbonio (CO2) e il residuo (circa il 49,2%) è stato eliminato come materia fecale sicura per essere utilizzata come concime per terreni coltivati. Inoltre, hanno appurato che il consumo di plastica non influisce sulla salute delle larve, ciò le rende una potenziale arma per il riciclaggio di rifiuti di plastica. Il segreto di queste larve sono i batteri che hanno nel loro apparato digerente in grado di distruggere la plastica.
I risultati pubblicati sulla rivista Environmental Science and Technology, secondo gli autori dello studio, per la prima volta hanno mostrato prove dettagliate di degradazione batterica di plastica nell’intestino di un animale. Wei-Min Wu ha detto:
“I nostri risultati hanno aperto una nuova porta per risolvere il problema globale dell’inquinamento plastico globale”.
Worldwatch Institute fondato nel 1974 considerato il più autorevole centro di ricerca interdisciplinare sui trend ambientali del nostro pianeta, in un articolo pubblicato il 28 gennaio 2015 riporta che ogni anno tra il 22 e il 43 per cento della plastica usata in tutto il mondo è smaltito in discarica e circa 10-20 milioni di tonnellate di plastica finisce negli oceani.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento