Microsoft sta per mandare in pensione tutte le versioni precedenti di Internet Explorer 11

Windows 10 è fornito con Microsoft Edge, un nuovo browser che dovrebbe sostituire Internet Explorer e dare al gigante tecnologico con sede a Redmond una nuova possibilità nella lotta contro i rivali come Google e Mozilla, che già stanno dominando questo lato del mercato. Microsoft poiché Edge è stato accolto molto bene, ora può andare oltre con il suo piano per sbarazzarsi di Internet Explorer. L’azienda di conseguenza, recentemente ha annunciato che, nel mese di gennaio 2016, diverse versioni di Internet Explorer andranno in pensione, così potrà concentrare i propri sforzi sulla nuova release e Microsoft Edge. In particolare, solo Internet Explorer 11 continuerà a ricevere gli aggiornamenti, perché è l’ultima versione del browser che funziona su edizioni Windows che sono ancora supportate, come 7, 8.1, e 10. Gli utenti di tutte queste versioni possono aggiornare a Internet Explorer 11, se lo faranno, potranno continuare come prima a ricevere patch e miglioramenti di sicurezza.

Non ci saranno nuove funzionalità
Microsoft ogni volta che un nuovo prodotto software è in procinto di raggiungere la fine del supporto, indica i rischi per la sicurezza di non aggiornare, ora l’azienda fa esattamente la stessa cosa con Internet Explorer:
«Microsoft dopo il 12 gennaio 2016, non fornirà più aggiornamenti di sicurezza o il supporto tecnico per le versioni precedenti di Internet Explorer. Security updates patch aggiorna le vulnerabilità che possono essere utilizzate dal malware, contribuendo a mantenere gli utenti e i loro dati più sicuri. Regolari aggiornamenti di sicurezza contribuiscono a proteggere i computer da attacchi dannosi».
E’ abbastanza chiaro che anche se Redmond consiglia agli utenti di installare Internet Explorer 11, questo browser nel lungo periodo non può più essere una buona scelta. Internet Explorer non riceverà più nuove funzionalità, Microsoft risolverà solo problemi di sicurezza e offrirà piccole ottimizzazioni, l’attenzione sarà interamente rivolta al browser Edge.
In conclusione, anche se si prevede di aggiornare a Internet Explorer 11, si dovrebbe prendere in considerazione il passaggio a un app di terze parti, di Windows 10 e Microsoft Edge, che da adesso per molti anni a venire riceveranno aggiornamenti e miglioramenti.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento