Trovato in Australia dopo 132 anni il più antico messaggio in bottiglia, risale al 1886 (Video)

Il messaggio in bottiglia più antico al mondo datato 12 giugno 1886 gettato in mare da un veliero tedesco, è stato trovato il 21 gennaio 2018 da una famiglia su una remota spiaggia in Australia.
Il messaggio scritto in tedesco su un modulo arrotolato legato con un filo, era conservato all’interno di una bottiglia di gin olandese del XIX secolo. La nota afferma che la bottiglia è stata lanciata dal veliero tedesco Paula, in navigazione nell’oceano Indiano a 950 km dalla costa dell’Australia occidentale. La bottiglia è stata trovata dopo 132 anni dalla signora Tonya Illman, lo scorso 21 gennaio 2018 mentre con la sua famiglia camminava vicino a Wedge Island, a 160 chilometri a nord di Perth, aveva individuato un oggetto che sporgeva dalla sabbia.

Messaggio in bottiglia più antico
Il messaggio in una bottiglia è stato scoperto sulla spiaggia di Wedge Island, in Australia. KymIllman.com

Tonya Illman, intervistata da ABC News, ha detto:
«Sembrava solo una bella vecchia bottiglia con una scritta a rilievo, l’ho raccolta pensando di metterla in bella mostra nella mia libreria. Nel prenderla non mi ero accorta del messaggio. E’ stata la fidanzata di mio figlio vederlo. Tornati a casa, abbiamo asciugato il messaggio arrotolato, dopo averlo srotolato, abbiamo visto che era un modulo stampato in tedesco, riportava note in tedesco scritte a penna. Sul retro conteneva la richiesta di consegnarlo all’Osservatorio Navale tedesco o al consolato tedesco più vicino».

La famiglia ha portato la bottiglia e il messaggio a Ross Anderson, esperto di archeologia marittima del Western Australian Museum, ha confermato che la bottiglia di gin e il messaggio erano autentici. Ha preso contatto con i suoi colleghi in Germania e Olanda, la ricerca d’archivio in Germania ha trovato il giornale di bordo originale della nave Paula con le note scritte con la grafia del capitano. Ha detto:
«Incredibilmente, c’era una nota per il 12 giugno 1886, fatta dal capitano, registrava il lancio di una bottiglia in mare alla deriva. La data e le coordinate corrispondono esattamente a quelle del messaggio in bottiglia: grafia identica in termini di stile in corsivo, inclinazione, font, spaziatura, enfasi del tratto, stile di maiuscole e numerazione».
La bottiglia trovata dalla signora Tonya Illman fa parte di un esperimento dell’Osservatorio Navale Tedesco: tra il 1864 e il 1933 sulle rotte navali per esaminare le correnti oceaniche richiedeva ai capitani di lanciare bottiglie fuori bordo contenenti il modulo che riportava la data, le coordinate della nave e i dettagli sulla rotta. Sono state gettate in mare migliaia di bottiglie, soltanto 662 messaggi sono stati recuperati. Risale al 1934 l’ultimo ritrovamento in Danimarca di una di queste bottiglie.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento