Ricerca scientifica: l'uomo preistorico, faceva sesso solo per divertimento

Una nuova ricerca scientifica sugli esseri umani dell’età della pietra, sostiene che la pratica sessuale non era una semplice e meccanica azione finalizzata alla sola riproduzione, ma svolgeva anche un ruolo di puro divertimento.
Le variazioni sul tema dal bondage al sesso di gruppo, al travestitismo ed all’uso dei giocattoli erotici, erano diffuse nelle società primitive per sviluppare ed allacciare legami culturali.
La "Venere di Willendorf", piccola statuina di marmo [v, foto a lato, clicca per ingrandire], risalente a 30.000 anni fa ed un fallo di pietra similmente antico, trovato in una caverna tedesca, fornisce la prova diretta che nella preistoria, la pratica sessuale era relegata come ad un gioco per bambini. La conferma arriva da Timothy Taylor, scrittore, esperto in archeologia alla "Bradford University", l’ha verificato in dozzine di ritrovamenti archeologici per le sue ricerche scientifiche.
"A questo punto" – sostiene Taylor -, "dobbiamo aggiornare le nostre conoscenze sul sesso nell’antichità, basate principalmente su pratiche eterosessuali finalizzate alla riproduzione".
La ricerca di Taylor, "Evolution of Human Sexuality", pubblicata per conto della "Haworth Press", introduce il manuale dello sviluppo della sessualità umana. Un esempio, quello dell’atteggiamento umano al sesso, risultato dall’interazione complessa dello sviluppo fisico e mentale. Il cambiamento morfologico tra gli esseri umani "moderni" comparsi sulla terra 1000.000-300.000 e le scimmie ha segnato la differenza tra le scimmie molto pelose con i genitali maschili piccoli, senza presenza di seni nelle femmine,  che riescono facilmente a distinguersi nei sessi perché i maschi delle scimmie, possono arrivare a pesare fino a tre volte tanto, il peso delle femmine e gli esseri umani che, al contrario,  si distinguono facilmente sulla base della conformazione fisica. Taylor sostiene che i genitali maschili pronunciati ed i seni femminili molto sviluppati, permettono ai due sessi di distinguersi facilmente.
La facilità del genere umano d’avere rapporti sessuali in posizione "more hominum" (a faccia a faccia), ha permesso al genere umano  di differenziarsi dalle scimmie, trasformando i rapporti sessuali istintivi in una parte vitale d’interazione comunicativa e capacità d’inventive sociali.
Liberamente tradotto da FoxNews

, , , ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

8 thoughts on “Ricerca scientifica: l'uomo preistorico, faceva sesso solo per divertimento

  1. Il motto vero, quindi sarebbe: Crescete, moltiplicatevi e…divertitevi e comunicate.

    Un sorriso buongiorno

    Mister X di Comicomix

  2. Accc… quelli del family day svengono sul colpo!!!!

    30.000 anni fa già si andava contro i dettami di Ratzinga!!!!!

    E adesso chi glielo dice?????

    Pat, davvero grazie per gli auguri di compleanno…

    🙂

  3. quindi significa che i nostri istinti sono questi..

    siiiiiiiii non farti sentire dalla Chiesa e dai Bigotti..

Lascia un commento