Il nuovo test coronavirus Covid-19 in 45 minuti può rilevare il virus nel sangue, nelle urine e nella saliva

Il nuovo test è in grado di confermare il coronavirus Covid-19 usando campioni di urina, sangue, saliva o tampone orale in 30 a 45 minuti, secondo uno studio pubblicato nella rivista Plos One.
La nuova piattaforma si basa sulla tecnologia dell’amplificazione isotermica mediata da loop di trascrizione inversa, o RT-LAMP, una tecnologia che già è stata utilizzata nella diagnosi delle malattie infettive per anni. È anche relativamente poco costosa sia in termini di prezzo sia di costi associati all’utilizzo.
Laura Lamb, ricercatrice del Beaumont Hospital nel Michigan coautrice dello studio, ha detto:
«Abbiamo bisogno di più opzioni di test se vogliamo essere in grado di mettere in campo una risposta di successo per la salute pubblica al coronavirus. È un test rapido che non richiede macchinari costosi per funzionare e i materiali sono relativamente poco costosi. Più opzioni abbiamo per i test, meglio è».
Il test più accurato per il nuovo coronavirus Covid-19, attualmente è RT-PCR. Tuttavia, sulla maggior parte delle piattaforme RT-PCR può essere necessario un giorno o più per ottenere risultati, e la tecnologia può essere troppo costosa per alcuni ospedali e cliniche. Decine di piattaforme di test coronavirus Covid-19 hanno ricevuto l’approvazione della U.S. Food and Drug Administration, ma la precisione varia.
I ricercatori hanno detto che la tecnologia RT-LAMP è “un passo avanti”. I reagenti utilizzati nel test sono economici e possono essere conservati a temperatura ambiente, funziona con una serie di differenti tipi di campioni. È anche molto accurato e veloce per altre malattie infettive. Inoltre, poiché si tratta di un test che è esistente, potrebbe essere pronto per un uso diffuso nel giro di un mese circa, a condizione che i produttori siano disposti ad aumentare la produzione.
Laura Lamb e i suoi colleghi hanno sviluppato un test diagnostico RT-LAMP per la SARS-CoV-2, che causa il coronavirus Covid-19, hanno misurato l’efficacia utilizzando campioni di sangue, urine, saliva e tamponi della bocca con diverse quantità di materiale genetico SARS-CoV-2. Il test è stato utilizzato anche su campioni clinici di pazienti affetti da coronavirus Covid-19.
Il test RT-LAMP ha rilevato con successo la SARS-CoV-2 in tutti i campioni umani entro 30-45 minuti, con un limite stimato di rilevazione di ben 304 copie virali in un campione. Inoltre, il test non ha rilevato il virus in campioni con un picco di RNA da altri coronavirus, il che suggerisce una “specificità” per la SARS-CoV-2.
I ricercatori hanno detto che il test RT-LAMP è risultato positivo per 19 su 20 campioni di tampone orale di pazienti coronavirus Covid-19 ritenuti positivi per RT-PCR e negativi per 18 o 20 giudicati negativi per RT-PCR. Le discrepanze tra i metodi potrebbero rappresentare sia falsi positivi per la RT-LAMP, sia una contaminazione o una maggiore sensibilità della RT-LAMP rispetto alla RT-PCR.
Laura Lamb in conclusione ha detto:
«Il nostro test potrebbe essere usato per lo screening ovunque ci sia il rischio, per esempio le case di cura, navi da crociera, navi militari o anche nelle farmacie e nei negozi. Siamo ottimisti sul fatto che, con le giuste risorse, questo test potrebbe essere pronto per un uso diffuso entro un mese circa».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →