Esperimenti con il gallio, un metallo raro che si scioglie in mano

Ricordate nel film Terminator 2, l’androide T1000 fatto con una lega liquida di fantasia che gli permetteva di essere indistruttibile e assumere qualunque forma? L’effetto speciale utilizzato nel film esiste veramente, si chiama gallio e ha alcune proprietà piuttosto incredibili.
Che cosa rende così speciale il gallio? Beh, prima di tutto, ha un punto di fusione di soli 29,76 ° C, quindi se si tiene in mano per un po’ di tempo diventerà liquido. E’ già abbastanza interessante ma questo metallo raro ha un paio di altre proprietà sorprendenti. Per esempio, “attacca” altri metalli, come l’alluminio. E’ ciò che si può vedere nel video qui sotto: una goccia di gallio liquido indebolisce la struttura di una lattina al punto in cui può essere forata con la leggera pressione del pollice. Il gallio infiltrato nella struttura dell’alluminio, ne compromette l’integrità rendendolo come carta stagnola.

Il “cuore che pulsa”  è un altro esperimento interessante che coinvolge il gallio: immerso in acido solforico e una soluzione di bicromato, a causa del solfato che aumenta la tensione superficiale sembra diventare come una forma di vita aliena con un battito cardiaco organico.

E’ divertente nel terzo video anche l’esperimento del cucchiaino costruito con il gallio, immerso e fatto girare in un bicchiere di acqua calda, si scioglie immediatamente.

Brevi cenni di storia
L’esistenza del gallio è stata annunciata nel 1871 da Dmitri Mendeleev, padre della tavola periodica degli elementi. Il chimico russo, anche se ancora non erano stati scoperti, aveva previsto con precisione alcune delle caratteristiche principali del gallio, come la densità e basso punto di fusione.
Il gallio effettivamente è stato scoperto nel 1875 dal chimico francese Paul Emile Lecoq de Boisbaudran, mentre esaminava un campione di sfalerite. Il gallio da quel momento è stato utilizzato in applicazioni termometriche ad alta temperatura, e per la preparazione di leghe speciali con proprietà di stabilità e facilità di fusione. Oggi è usato principalmente nel settore dei semiconduttori, può essere trovato in molti dei gadget e apparecchi che usiamo ogni giorno.
La forma pura di gallio non esiste in natura, è estratto come elemento in traccia dalla bauxite e in misura minore dalla sfalerite.
The United States Geological Survey stima le riserve di gallio a un massimo di un milione di tonnellate. Chi vuole utilizzarlo per mettere in scena i propri esperimenti, lo può trovare in vendita online.

Precauzioni
Si dovrebbe fare attenzione a utilizzare il gallio, i dati attuali sono contraddittori con chi dice che non è tossico, mentre alcune fonti sostengono che l’esposizione prolungata può causare malattie della pelle come la dermatite. Iniettato in grandi quantità negli animali, ha causato tossicità renale.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento