Ricerca tedesca: le formiche rosse del legno prevedono l’arrivo dei terremoti

Lo studio è stato presentato al meeting annuale europeo Geosciences Union di  Vienna.
Gli scienziati dell’Università di Duisburg-Essen in Germania hanno monitorato quindicimila formicai lungo la faglia attiva tedesca. Le formiche rosse del legno per tre anni sono state filmate ventiquattro ore il giorno con videocamere che utilizzando uno speciale software per catalogare i cambiamenti comportamentali. E’ stato osservato  prima e dopo i terremoti  il comportamento insolito nelle formiche.
Le formiche rosse del legno nel corso di una giornata tipo, sono attive all’esterno alla ricerca del cibo, poi per la notte riposano all’interno del formicaio. I ricercatori hanno evidenziato che prima di alcuni terremoti (nel periodo dello studio dal 2009 al 2012, ci sono stati dieci terremoti di magnitudo tra 2.0 e 3.2), le formiche non hanno fatto ritorno per la notte, hanno cambiato comportamento in occasione dei terremoti più grandi di magnitudo 2.0, quelli che anche gli esseri umani possono avvertire. E’ stato anche osservato che dopo un terremoto le formiche hanno impiegato un giorno per tornare al loro normale comportamento.
Gli scienziati sulla risultanza del loro studio, per prevedere i terremoti hanno valutato la possibilità di istituire una rete di monitoraggio con le formiche. Hanno scritto:
«Se la reazione e il comportamento delle formiche nella fase precedente ai terremoti è significativa e riproducibile, deve essere presa in considerazione una rete di monitoraggio con le formiche, simile alle stazioni di monitoraggio meteorologico, potrebbe fornire la possibilità di prevedere i terremoti con adeguato anticipo.
Le formiche rosse del legno sono in grado di rilevare i cambiamenti nelle concentrazioni di CO2 derivanti dalla crosta profonda. E’ noto che concentrazioni di questo gas cambiano solo prima che accada un terremoto. Le formiche rosse del legno possono registrare segnali acustici, elettromagnetici e micro-sismici provenienti dalla crosta profonda».
Gabriele Berberich, uno dei principali ricercatori dello studio presso l’Università di Duisburg-Essen, ha detto che il suo gruppo di ricercatori ha intenzione di provare lo studio sulla formica rossa del legno in una regione tettonicamente più attiva.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento