Anno nuovo, nuove regole: cosa cambia in tutto il mondo dal 1° gennaio 2018

Grazie a Mark Rice-Oxley e Richard Nelsson, corrispondenti del Guardian per le interessanti informazioni sulle nuove regole applicate in tutto il mondo.
I sauditi e gli Emirati pagheranno più tasse, gli svizzeri pagheranno meno, gli inglesi inizieranno a fare viaggi in treno più costosi e la Cina smetterà di prendere la spazzatura del mondo: sono questi alcuni dei cambiamenti entrati in vigore nel mondo con il nuovo anno.
Negli Stati Uniti, i newyorchesi riceveranno un diritto di congedo per famiglie più generoso e, a più di 40 anni dall’Estate dell’amore, i californiani dal primo dell’anno potranno finalmente acquistare legalmente marijuana per scopi ricreativi. Alcuni parchi nazionali saranno più costosi da visitare.
I consumatori di erba ad ogni modo possono avere un problema, poiché i governi statali e locali stanno ancora cercando di capire come regolare la cannabis, così pochi dispensari saranno probabilmente pronti ad aprire le porte.
E’ tutto un cambiamento al timone dei grandi blocchi e assi commerciali del mondo, la Bulgaria ha il suo primo punto di svolta nel presiedere il Consiglio dell’UE, è un’opportunità per lo Stato membro più povero dell’UE di presiedere riunioni e fissare il suo ordine del giorno.
L’Argentina, nel frattempo, assume la presidenza del G20 (il suo presidente, Mauricio Macri, ha un debole per la tecnologia dell’istruzione e l’accesso delle donne ai finanziamenti, quindi attenzione, questi potrebbero essere i temi del suo anno in carica).
La Valletta a Malta e Leeuwarden nei Paesi Bassi inizieranno a beneficiare della nomina di capitali europee della cultura.
Altrove, sarà più difficile diventare svizzeri; sarà più costoso soggiornare in Grecia e Hawaii a causa delle nuove tasse turistiche; se si sta viaggiando in macchina in Ucraina, attenzione ai limiti di velocità urbana sono stati ridotti da 60 km/h a 50 km/h.
La Finlandia potrebbe essere in procinto di ottenere un po’ più di ubriacatura, poiché la vendita di superalcolici sarà consentita anche nei negozi di generi alimentari. Seattle, nel frattempo, intensificherà la lotta contro l’obesità con una tassa sullo zucchero.
Forse uno dei cambiamenti più clamorosi, con implicazioni globali, è la decisione della Cina di sospendere l’importazione di una vasta gamma di rifiuti plastici e di altro genere. La Cina è da qualche tempo depositaria di materiali di scarto provenienti da tutto il mondo, la sua economia affamata accumula tutte le risorse che può ottenere: nel 2016 ha importato 7,3 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica. I paesi sviluppati dovranno capire che cosa accadrà a tutte quelle bottiglie e contenitori di plastica da smaltire.
L’ambiente nel nuovo anno non sarà influenzato solo dalla decisione della Cina sui rifiuti plastici, a Londra per ridurre gli alti livelli di ossido di azoto e l’inquinamento da polveri sottili, i nuovi “London Cab” (i tradizionali taxi della capitale britannica), saranno prodotti con motori a emissioni zero.
In Europa, tutte le stufe a gas e a legna devono rispettare rigorose norme sulle emissioni e sull’efficienza energetica. I cucinini e simili non saranno più autorizzati a essere venduti negli stati membri dell’UE. Ci sarà una norma più severa dei fertilizzanti, e più pesce protetto dalle quote dell’UE nell’oceano Atlantico e nel Mare del Nord. La nuova legge tasserà l’inquinamento in Cina.
Negli Stati Uniti, l’Environmental Protection Agency (EPA) sta introducendo vari nuovi standard, come quello che riguarda qualsiasi tecnico che desideri mantenere, riparare o smaltire apparecchi con refrigeranti HFC: dovrà superare un esame, la vendita di refrigeranti HFC sarà limitata in punti vendita certificati. L’EPA stima che le norme ridurranno annualmente le emissioni di gas a effetto serra di 7,3 milioni di tonnellate, equivalenti all’incirca alla rimozione di 1,5 milioni di automobili l’anno.
Le riforme finanziarie più ambiziose dell’UE entreranno principalmente in vigore il 3 gennaio 2018. La direttiva sui mercati degli strumenti finanziari, composta di 1,4 milioni di paragrafi è intesa a proteggere gli investitori e a rendere più trasparente il commercio.
Gibilterra introdurrà una nuova licenza per le aziende fintech che utilizzano il blockchain (è descritto come un protocollo di scambio valuta, su di esso sono registrate tutte le transizioni fatte in bitcoin dal 2009 a oggi), è il primo tentativo in qualsiasi parte del mondo di disciplinare la tecnologia alla base delle criptovalute.
In Russia, entra in vigore una legge che obbliga gli operatori di messaggistica Internet a verificare l’identità di ogni utente. La legge richiede agli utenti di registrare i propri numeri di telefono per utilizzare le app chat. Richiede inoltre che le app chat limitino o sospendano l’accesso agli utenti sospettati di diffondere contenuti illegali, e di inviare su richiesta messaggi da organismi governativi.
La BBC (la principale emittente radiotelevisiva di servizio pubblico del Regno Unito), si trova di fronte a condizioni normative più rigorose, la obbligano a rendere la programmazione più originale e regionale.
Il nuovo anno in Gran Bretagna generalmente significa tariffe ferroviarie più alte, dal 2 gennaio 2018 i prezzi aumenteranno in media del 3,4% ben sopra l’inflazione. E’ improbabile che i passeggeri esasperati accettino di pagare di più per i ritardi, le cancellazioni e il sovraffollamento indegno dell’orario di punta che penalizza molti servizi.
La Gran Bretagna otterrà un nuovo ente di norma universitaria, chiamato Office for Students (Ufficio per gli Studenti), supervisionerà la qualità e gli standard, deciderà quali istituzioni meritano di chiamarsi università e rilasciare titoli di studio.
Nello sport, i 72 club della Football League per i posti vacanti hanno accettato di cercare di aumentare il numero di allenatori e manager appartenenti a gruppi minoritari attraverso un candidato BAME (riferito a cittadino nero, asiatico e minoranza etnica). La Fifa inizierà a monitorare i trasferimenti internazionali delle calciatrici.

Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento