Tra 10,15 anni la metà delle università americane sarà in bancarotta

Negli Stati Uniti ci sono oltre 4.000 college e università, Clayton Christensen professore dell’Harvard Business School ha detto che la metà è destinata alla bancarotta nei prossimi decenni.
Clayton Christensen è noto per aver coniato “la teoria dell’innovazione dirompente” nel suo libro “The Innovator’s Dilemma” del 1997. Da allora, ha applicato la sua teoria dell’interruzione a una vasta gamma di settori, tra cui l’istruzione.
Clayton Christensen nel suo recente libro “The Innovative University” scritto con il co-autore Henry Eyring,  analizza il futuro delle tradizionali università, conclude che l’istruzione online per gli studenti diventerà un modo più economico per ricevere un’istruzione, ciò comprometterà i modelli imprenditoriali delle istituzioni tradizionali, estromettendoli dal business.
Clayton Christensen lo scorso maggio al “Simposio Innovazione + Turbativa nell’istruzione”, specificamente ha previsto che “il 50 per cento delle 4.000 università e college negli Stati Uniti sarà in bancarotta entro 10 a 15 anni”.
Clayton Christensen non è il solo a pensare che le risorse educative online faranno chiudere college e università: U.S. Department of Education e Moody’s Investors Service, prevede che nei prossimi anni raddoppieranno le aggregazioni e triplicheranno le chiusure di college e università.
Clayton Christensen ha detto:
«Fortunatamente c’è una cosa che l’istruzione online non sarà in grado di sostituire, mi riferisco alle generose donazioni degli ex alunni alle loro Università, fatte in segno di riconoscimento a chi ha cambiato le loro vite, per fornire agli altri un’esperienza simile, per rimanere in contatto con la comunità del college e anche per raccogliere i benefici sociali ed emotivi associati all’essere un donatore».

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.

View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Notify via Email Only if someone replies to My Comment