I volti sono più attraenti quando si presta maggiore attenzione

Susana Martinez-Conde è una neuroscienziata, scrittrice scientifica, professoressa di oculistica, neurologia, fisiologia e farmacologia presso la State University di New York, Downstate Medical Center, dove dirige il Laboratorio di Neuroscienze Integrative. E’ la più nota insieme al marito neuroscienziato Stephen Macknik per i suoi studi sulle illusioni, i movimenti degli occhi e della percezione, disturbi neurologici, e depistaggio attentivo nella magia del palcoscenico, una forma d’inganno utilizzata dal mago per far focalizzare l’attenzione del pubblico su un oggetto per distrarlo da un altro oggetto.
Stephen Macknik e Susana Martinez-Conde, sono i fondatori della nuova interessante disciplina di NeuroMagic, hanno convinto alcuni dei più grandi maghi del mondo per consentire agli scienziati di studiare le loro tecniche per ingannare il cervello, in questo modo possono capire meglio come gli stessi trucchi cognitivi lavorano nella strategia pubblicitaria, le trattative commerciali, e tutte le varietà di relazioni interpersonali.

I volti sono più attraenti quando si presta maggiore attenzione di Susana Martinez-Conde
«Ho sempre pensato che i neonati sono un po’ brutti, quindi non mi ha sorpreso che il mio primo figlio dopo la nascita sembrava una rossa aragosta arrabbiata e non particolarmente adorabile.
Ventiquattro ore dopo, ho guardato a lungo il mio bambino e realizzato, con mio grande stupore, che era eccezionalmente bello. Non credo che l’aspetto del mio bambino fosse cambiato più di tanto in un solo giorno, deve aver influito la mia percezione. Ho pensato che il mio stato percettivo fosse il risultato di essere ubriaca di ossitocina, un ormone coinvolto nel legame materno, ma un nuovo studio di Viola Störmer e George Alvarez presso l’Harvard University suggerisce che la mia conversione almeno in parte è dovuta ad aver prestato maggiore attenzione.
Precedenti ricerche hanno dimostrato che l’attenzione può rendere un oggetto più luminoso, o più saturo di colore, di quello che effettivamente è. Un buon esempio è l’illusione scoperta dal neuroscienziato Peter Tse della Dartmouth College:

Cerchi luminosi

Guardando l’immagine noterete che i tre cerchi semitrasparenti sono tutti di uguale luminosità. Ora fissate lo sguardo al centro, nel punto d’intersezione dei tre cerchi. Pur mantenendo lo sguardo al centro, dirigete la vostra attenzione su uno solo dei cerchi. Il cerchio su cui vi siete selettivamente concentrati avrà un aspetto più luminoso, e sembra anche disporsi di fronte agli altri due cerchi. Ora ripetere il processo con un cerchio diverso, qualunque sia il cerchio scelto apparirà più prominente rispetto agli altri.
Viola Störmer e George Alvarez si sono chiesti se l’effetto di aumento di attenzione poteva applicarsi non solo alle proprietà visive di basso livello come la luminosità e il colore, ma in aggiunta influenzare la cosiddetta proprietà di ordine superiore, come ad esempio l’attrattiva del viso. Per scoprirlo, hanno mostrato su uno schermo di computer il profilo destro e sinistro di coppie di visi, non allineati verticalmente: uno era stato spostato verso l’alto e l’altro verso il basso, lungo l’asse verticale dello schermo. I soggetti senza muovere gli occhi dal centro dello schermo, dovevano segnalare la faccia più attraente. Gli sperimentatori per polarizzare l’attenzione dei soggetti verso una faccia o l’altra, hanno presentato uno spazio nero su un solo lato dello schermo (sinistro o destro), scelti a caso.
I dati hanno mostrato che l’attenzione esercita effettivamente un’influenza costante e positiva sulla percezione di attrattiva, questi risultati nel mondo sono significativi per la reale percezione dei volti, non posso non essere d’accordo: per esperienza personale so che la percezione di attrattività non si esaurisce con la prima impressione. Soprattutto quando hai prestato molta attenzione».

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...