Stampato il più piccolo libro del mondo, per chi non si accontenta c’è anche quello che non si vede neanche con il microscopio (foto e video)

Il libro stampato più piccolo al mondo si può leggere solo con una lente d’ingrandimento
Il più piccolo libro del mondo è stato stampato da Toppan Printing, tra le più grandi aziende a livello mondiale per la produzione di prodotti per la stampa (manifesti, cataloghi, calendari), titoli e carte (assegni, libretti bancari, carte magnetiche), pubblicazioni (riviste, libri, CD-ROM), e prodotti per l’imballaggio (contenitori, etichette). Toppan, oltre ai prodotti di stampa tradizionali, è specializzato anche in materiali elettronici come fotomaschere per semi-conduttori e filtri di colore per TV LCD. L’azienda opera in tutta la regione Asia / Pacifico, così come in Europa e Nord America. Toppan Printing è stata fondata nel 1900 da ingegneri dell’ufficio stampa del Ministero giapponese delle Finanze.
Il libro stampato da  Toppan Printing si chiama  Shiki no Kusabana (Fiori di stagione), le ventidue micro pagine che lo compongono misurano 0,75 millimetri x 0.75 millimetri, contengono nomi e illustrazioni in bianco e nero di fiori giapponesi. E’ in vendita con una lente d’ingrandimento (i normali occhiali da lettura non aiutano), spera di fregiarsi del titolo del più piccolo libro stampato al mondo (guarda la dimensione del libro accanto alla cruna di un ago).
Il Giappone ha creato quello che si sostiene essere il più piccolo libro mai stampato, con le pagine che misurano appena 0,75 millimetri x 0.75 millimetri, impossibili da leggere a occhio nudo. Toppan Printing ha detto che le lettere di appena 0,01 mm di larghezza, sono state create con la stessa tecnologia utilizzata per impedire la falsificazione del denaro.
Il libro è in mostra al Museo di Toppan Printing a Tokyo, in vendita con una lente d’ingrandimento e una copia più grande, al prezzo di 29.400 Yen (235 euro).
Il libro Shiki no Kusabana (Fiori di stagione), è in concorso per il Guinness World Records come libro più piccolo del mondo. Il record attuale è detenuto da un volume russo chiamato Chameleon, formato da trenta pagine larghe 0.9 mm create nel 1996 da Anatoliy Konenko, un artigiano siberiano.

Per gli appassionati dell’invisibile, ecco il libro che non si può vedere neanche al microscopio
Il libro più piccolo del mondo non è quello che si può comprare in una libreria. Infatti, se fosse in una libreria, non si potrebbe neanche notare perché anche se è una storia illustrata scritta su trenta pagine, si adatta facilmente alla sezione trasversale di un capello umano. In effetti questo libro è così piccolo (70×100 micrometri) che non si può vedere nemmeno con un normale microscopio.
L’invisibile libro “Teeny Ted da Tunip Town“, scritto da Malcolm Douglas Chaplin, è stato inciso  dal fratello Robert Chaplin con un fascio di ioni su un microchip presso l’impianto di Nano Imaging di Simon Fraser University della British Columbia. E’ stato confermato dal Guinness World Records come il libro più piccolo del mondo.

Robert Chaplin dopo aver inciso il libro sul microchip è riuscito a raccogliere fondi su Kickstarter (la più grande piattaforma di finanziamento per i progetti creativi in tema di arte, fumetti, danza, design, moda, cinema, cibo, giochi, musica, fotografia, editoria, tecnologia e teatro), per creare “una versione di stampa più grande” per le persone che non hanno a disposizione un microscopio elettronico a scansione. L’impegno base di diecimila dollari è stato largamente superato con un finanziamento di 17.645 dollari (vedi dettagli documentati da Kickstarter).
Ora l‘invisibile favola per bambini certificata dal Guinness World Records come il più piccolo libro del mondo, è stata riprodotta in una colorata edizione di stampa di grandi dimensioni.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento