Google, Microsoft e Amazon stanno pagando AdBlock per sbloccare i propri annunci pubblicitari

Se sei un utente esperto d’internet, probabilmente stai utilizzando una sorta di blocco della pubblicità (anche se si spera non sui vostri siti preferiti). Il blocco della pubblicità più popolare si chiama AdBlock Plus, vanta oltre 300 milioni di download in tutto il mondo, rende invisibile agli utenti di Internet migliaia di dollari di pubblicità. Google, insieme a Amazon, Microsoft e Taboola, ha deciso di fare qualcosa al riguardo. Il Financial Times riporta che queste aziende hanno pagato AdBlock Plus per permettere ai loro annunci di passare attraverso il blocco del software. AdBlock guadagna soldi consentendo alle aziende di pagare per ottenere lo sblocco dei loro annunci nel rispetto della sua policy sugli “annunci accettabili”. Non è chiaro se Google e altre aziende hanno rispettato questa politica o semplicemente buttato i soldi in giro per raggiungere il loro scopo.
Ovviamente un servizio come AdBlock Plus è una grande minaccia per Google (una società che guadagna molti soldi per la pubblicità online), nel 2013 ha rimosso l’applicazione AdBlock dal suo Play Store.
Tutti odiano vedere gli annunci, anche se spesso sono l’unica fonte che tiene in vita un sito web. Attualmente una causa contro AdBlock è all’esame dell‘Internet Advertising Bureau francese.

,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento