Gli agricoltori messicani utilizzano la pioggia solida per combattere la siccità (video)

La pioggia solida per oltre un decennio ha aiutato i contadini messicani a combattere gravi periodi di siccità. La polvere miracolosa in realtà è un polimero super assorbente in grado di assorbire l’acqua fino a 500 volte la sua dimensione originale e tenerla nel terreno per un massimo di un anno.
La storia della pioggia solida inizia nel 1970 negli Stati Uniti quando il Dipartimento dell’Agricoltura ha sviluppato un prodotto assorbente realizzato con un tipo di amido conosciuto come “polimero super assorbente”, in America, principalmente è stato utilizzato in pannolini, usa e getta, per contribuire a mantenere il fondo del bambino asciutto.
Sergio Rico Velasco ingegnere chimico messicano ha visto questa polvere magica come un’opportunità per combattere efficacemente la siccità che affligge il suo paese, ha sviluppato e brevettato una versione diversa di poliacrilato di potassio può essere miscelato con il suolo per rilasciare lentamente acqua alle piante per un lungo periodo. La sua azienda, Solid Rain (pioggia solida), da oltre dieci anni vende il prodotto agli agricoltori messicani, appena 10 grammi di polvere di pioggia solida trasformandosi in un gel traslucido può assorbire fino a un litro di acqua. Il flusso di acqua non evapora dal terreno, il gel esclusivamente per le radici delle piante agisce come un serbatoio d’acqua, secondo la società messicana, la pioggia solida resta nel terreno per 8, 10 anni, maggiormente se si utilizza acqua pura.
Lo studio condotto dal governo messicano in una zona semi-arida di Hidalgo ha rivelato che i terreni agricoli trattati con la pioggia solida hanno evidenziato fino al 300 per cento di aumento della resa delle colture rispetto ai terreni non trattati: quando è stata utilizzata la pioggia solida, la resa per il girasole è stata di 3.000 kg per ettaro, rispetto ad appena 1.000 kg in condizioni normali; per i fagioli, la differenza era molto più alta, 3.000 kg rispetto ai soli 450 kg.
La pioggia solida ha dimostrato meraviglie nelle zone colpite dalla siccità in Messico, quindi perché non è diventata un punto fermo del settore agricolo in tutto il mondo? La risposta è che molta gente ancora non conosce questo prodotto, la società messicana ha investito quasi nulla in marketing, basandosi sul passa parola tra gli agricoltori messicani, ora grazie ai media che hanno iniziato a parlare della polvere miracolosa, hanno ottenuto richieste da altri paesi con problemi di siccità come l’India e l’Australia.

Edwin Gonzalez, vice presidente di Solid Rain, intervistato da BBC ha detto:
«Il nostro prodotto è tutto naturale, non danneggia il suolo, anche se è utilizzato per molti anni, non è tossico, è composto di bio-acrilamide, quando si scompone, la sostanza diventa parte della pianta».
L’azienda consiglia di utilizzare circa 50 kg di prodotto per ettaro, al prezzo attuale di circa 960 euro, non certo a buon mercato.
La pioggia solida ha ricevuto il Premio Ecologia e Ambiente della Fundacion Miguesl Aleman, ma ha anche attirato alcune critiche, la dottoressa Linda Chalker Scott, della Washington State University sostiene che il prodotto non è una novità, non vi è alcuna prova scientifica che possa trattenere l’acqua per un anno o restare un decennio nel terreno, inoltre la pioggia solida in certe condizioni può causare più male che bene, quando il gel inizia a seccare assorbe l’acqua circostante con maggior vigore, ciò significa che attinge l’acqua direttamente dalle radici delle piante.
Tuttavia, l’uso reale della pioggia solida sembra dimostrare che è davvero efficace: Frank Torres, un ex coltivatore di fagioli verdi nello stato messicano di Sinaloa ha utilizzato la pioggia solida, anche se la siccità non è stata un grande problema, sostiene che la produzione è aumentata del 50%.
Patricia Lorenzo, residente a San Diego, ha detto che la pioggia solida ha permesso di ridurre i tempi d’innaffiatura del suo prato da 45 minuti a soli sei minuti, per solo quattro volte in un paio di mesi.

, ,
Pino Silvestri

About Pino Silvestri

Pino Silvestri, blogger per diletto, fondatore, autore di Virtualblognews, presente su Facebook e Twitter.
View all posts by Pino Silvestri →

Lascia un commento